Un brodetto al caliscendi valorizzato anche dall’Accademia della Cucina

Di Dom Serafini
Il cielo era parzialmente nuvoloso ed il mare mosso, ma all’interno del caliscendi il profumo ed aspetto del brodetto alla giuliese era luminoso.
Nel cucinotto abbarbicato sui massi del Molo Sud di Giulianova, il cuoco Carlo Tribuiani, assistito dal vice Dante Ianpieri, ha preparato un pranzo iniziato con il brodetto, seguito da una “chitarrina” all’uovo, cucinato con il sugo del brodetto, cosí buono da meritarsi una stella dall’Accademia Italiana della Cucina.”Noi non mettiamo stelle al cibo ma voti dal 5 al 10 e avrei dato certamente 8, che é un voto alto. Preservare le tradizioni semplici e genuine, con ingredienti freschi appena pescati é una cosa che mi sta a cuore”, ha commentato via e-mail la giuliese Roberta Marini de Plano, Delegata dell’ Accademia Italiana della Cucina di NewYork.
Il brodetto, piatto tipico dell’Abruzzo costiero, consiste di un misto di pesci cucinati con il pomodoro fresco (e non tanto maturo) ed inseriti nella pentola con ordine in base al del tipo, iniziando con il ragnolo, poi la razza, quindi le cicale e dopo il merluzzo, le triglie e le sogliole.
Come vini vi erano  Montepulciano d’Abruzzo e Trebbiano. Ha fatto seguito uva bianca e nera ed un tiramisú a cura di Alberto Di Giovanni. L’arredamento e posate erano a cura di Luigi Fidani, che a 87 anni, é ancora in attesa dell’autorizzazione per un suo proprio caliscendi.
I “caliscendi” sono in totale nove e sparsi lungo il chilometro (circa) del Molo Sud del porto di Giulianova. Sono lí dai primi del 900, da quando fu costruito il porto peschereccio, uno dei tre in Abruzzo, oltre a Pescara e Ortona. Nella zona di Ortona, i caliscendi si chiamano “trabocchi”, e sono costruzioni in legno molto grandi che partono dalla riva del mare ed ospitano interi ristoranti.
I “caliscendi” utilizzano lo stesso sistema di pesca dei trabocchi (cioé una rete che si abbassa sul mare), ma sono piccoli casotti ancorati sui massi che costeggiano il molo. Il caliscendi, nome tipicamente giuliese, é una parola assonante che significa “bilancia”. Attualmente ne é prevista la costruzione di altri 10.
Da quando il Molo Nord si é ampliato per ospitare piú pescherecci e barche da diporto, con conseguente aumento del traffico mercantile, il Molo Sud é diventato un’ “oasi” per lunghe passeggiate, giri in bicicletta e… cene tra amici nei caliscendi, spesso con menu a base di prodotti rigorosamente “non comprati”, che é un modo giuliese di dire “fatto in casa con prodotti a chilometro zero”.
Nella foto di gruppo, in senso orario:  Luigi Fidani, Dom Serafini, Alberto Di Giovanni Dante Ianpieri, Carlo Tribuiani
Share on facebook
Facebook
Share on google
Google+
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on pinterest
Pinterest
Subscribe
Notify of
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments
Greater Vancouver Community Credit UnionGreater Vancouver Community Credit UnionGreater Vancouver Community Credit Union
ADVERTISEMENT
AnnieAnnieAnnie
ADVERTISEMENT
SfinakiSfinakiSfinaki
ADVERTISEMENT
ADVERTISEMENT

Latest News

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
Scroll to Top