Solitudine? No grazie. Io ho amici veri

Di Vicky Paci

“Eravamo quattro amici al bar” cantava Gino Paoli: noi eravamo sette amici al ristorante in una tiepida sera di settembre nella pulsante Commercial Drive. Amicizia, una parola che nel passato significava tutto: l’amico era una cosa vera, un compagno di viaggio, un complice, colui o colei che ti salvava sempre da situazioni imbarazzanti, mentiva per te. Ora con la globalizzazione il concetto di amicizia pare essere cambiato: le persone vanno in giro per il mondo, stanno lontano da casa ed allora la vita acquista nuovi equilibri, si valutano le persone e se ne prendono in considerazione di nuove. Sicuramente non è facile avere amici veri specialmente se si cambia frequentemente luogo di vita ed allora? Eccoli lì sul nostro smartphone, i social, dove ti basta postare una foto, ricevere tanti like ed illuderti di avere tanti amici: questo modo di vivere il nostro tempo è diventato la normalità per tutti ormai e non ci accorgiamo nemmeno di quanto fittizi siano questi rapporti fatti di complimenti non autentici postati per compiacere che di genuino hanno proprio nulla. 5000 amici su fb? Individui sconosciuti che non incontreremo mai, magari con una vita completamente opposta alla nostra ai quali però raccontiamo tutto anche i particolari più intimi della nostra esistenza con foto dei nostri figli ai quali non chiediamo il permesso di pubblicarle. Giusto o sbagliato che sia non condanniamo a priori questo tipo di rapporto perchè a volte diventare amico di una persona su Twitter o Instagram o Facebook potrebbe essere il primo passo per iniziare e consolidare un rapporto di amicizia. Il discorso vale specialmente per le persone timide che faticano a tessere anche semplici conoscenze e che si sentono più a proprio agio on line. L’importante è non esagerare e a nostro parere non deve diventare comunque la regola e seppure un like ci fa sentire meno la solitudine perchè non cercare un amico vero? Il motivo forse è che non abbiamo o non vogliamo trovare più il tempo neppure per coltivare i rapporti umani nella nostra vana corsa quotidiana ed allora preferiamo definire tutti delle conoscenze di passaggio nella nostra vita e siamo sempre più soli anche se al momento non ce ne accorgiamo. E’ anche vero che l’amicizia richiede innanzi tutto di vedersi con una certa costanza anche se esistono delle rare eccezioni di persone che puoi rivederle dopo tanto tempo e nulla è cambiato. Per contro ci sono le delusioni che nascono da eccessi di aspettative o da un’amicizia vera a senso unico: la tua. Recentemente abbiamo sfogliato una statistica dove si dice che le vere amicizie fanno sentire più felice ed allungano la vita: non sappiamo se sia veramente così ma certamente aprono la mente ad ogni situazione, anche alla solidarietà, il sentimento che oggi giorno manca in una cospicua fetta di persone e si può essere la spalla di un amico anche da lontano qualora ne avesse bisogno, confortarlo in un momento particolare. La vera amicizia non muore per divergenze calcistiche o politiche ma qualche volta avviene ed allora non rammarichiamoci perchè sicuramente non era autentica. Passiamoci sopra e cerchiamone di nuovi. La vita è piena di imprevisti e Vancouver offre tante occasioni per conoscere persone che potrebbero diventare amici premesso che qui il concetto di amicizia è un po’ diverso dall’Italia: incontri gli amici per un drink o una cena più nei locali pubblici che a casa ma infine che importa? L’essenziale è trascorrere del tempo in compagnia di belle persone come è successo a noi.

Share on facebook
Facebook
Share on google
Google+
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on pinterest
Pinterest

Leave a Reply

avatar
  Subscribe  
Notify of
Greater Vancouver Community Credit UnionGreater Vancouver Community Credit UnionGreater Vancouver Community Credit Union
ADVERTISEMENT
Cannoli KingCannoli KingCannoli King
ADVERTISEMENT
Daniela MuranoDaniela MuranoDaniela Murano
ADVERTISEMENT
Annies PlaceAnnies PlaceAnnies Place
ADVERTISEMENT

Latest News

Scroll to Top