Per 8,58 milioni di italiani la Shoah non è mai avvenuta

Di Dom Serafini

Tre giorni dopo l’annuale commemorazione del Giorno della Memoria, il “Rapporto Italia 2020” dell’Eurispes, una societá privata di Roma che effettua ricerche politiche, sociali ed economiche, riporta nella sua 32ma edizione che dal 2004 ad oggi in Italia aumenta il numero di chi pensa che la Shoah (Olocausto nei campi di concentramento nazisti) non sia mai avvenuta.

Mentre sei anni fa era solo il 2,7% degli italiani a non crederlo, oggi è il 15,6%. Risultano in aumento anche coloro che ridimensionano la portata della Shoah dall’11,1% al 16,1%. Inoltre, secondo la nuova indagine, riscuote nel campione un “discreto consenso” l’affermazione secondo cui “molti pensano che Mussolini sia stato un grande leader che ha solo commesso qualche sbaglio” (19,8%).

La notizia ha avuto ampio riscontro sulla stampa nazionale italiana, ma non siamo riusciti a contattare Gian Maria Fara, il sociologo fondatore (nel 1982) e presidente di Eurispes (ex Ispes). Inoltre il sito dell’istituto di ricerche (www.eurispes.eu) non risponde. Era nostra intenzione chiedere se il campione usato nelle ricerche sulla Shoah fosse mai stato usato per effettuare altre indagini, per esempio a proposito dell’allunaggio del 1969 (il primo delle quattro missioni iniziate con Apollo 11), che molti credono sia stata una messa in scena hollywoodiana; oppure sulle convinzioni terrapiattiste, di coloro che ritengono essere di fronte ad un enorme complotto ordito da politici, scienziati, banchieri per nascondere che in realtà’ la terra è piatta.

Sembra ovvio, infatti, che questi 8,58 milioni di italiani (il 15,6%) non badi affatto ai numerosi documentari, testimonianze ed ammissioni di colpa sull’olocausto, perché alla fine, la realtá é ció in cui si vuol credere.

Nella foto, la commemorazione della Giornata della Memoria svoltasi davanti al Consolato d’Italia a New York City il 27 gennaio scorso dove si sono letti i nomi dei 9.700 italiani periti nei campi di concentramento nazisti. Il 27 gennaio segna il giorno del 1945 in cui i cancelli di Auschwitz-Birkenau furono aperti dalle forze di liberazione sovietiche.

Share on facebook
Facebook
Share on google
Google+
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on pinterest
Pinterest
Subscribe
Notify of
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments
Greater Vancouver Community Credit UnionGreater Vancouver Community Credit UnionGreater Vancouver Community Credit Union
ADVERTISEMENT
AnnieAnnieAnnie
ADVERTISEMENT
SfinakiSfinakiSfinaki
ADVERTISEMENT
ADVERTISEMENT

Latest News

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
Scroll to Top