Patellette, piatto tipico abruzzese

Preparazione
Piatto tipico rivisitato in chiave senza glutine, le “patellette” sono una vera delizia, complicatissimo trovare qualcuno a cui non piacciano! E’ una minestra brodosa, con pasta fatta a mano con un mix di farine: bianca e di granturco nella versione originale. Naturalmente abbiamo apportato le dovute modifiche per renderla senza glutine, sostituendo la farina di grano con una farina bianca multiuso ed la farina di granturco con una farina bianca di grano saraceno. Più difficile a dirsi che a farsi! Anche se la farina di granturco è consentita ai celiaci, ho voluto fare questa variante e devo dire che il risultato è molto buono, la pasta risulta più scura e dal sapore più deciso.
Per quanto riguarda il sugo, penso che la differenza la faccia la mia fantastica conserva di pomodoro fresco a pezzi fatta in casa che è perfetta per questo piatto, dolce e liquida al punto giusto.
Potete comunque raggiungere la consistenza “brodosa” di questa pasta, aggiungendo acqua di cottura delle patellette.
Ingredienti
300 gr farina senza glutine
150 gr farina di grano saraceno
250 ml acqua
sale
PER IL SUGO:
un pezzetto, a seconda dei gusti cipolla
12 gr olio EVO
50 gr pancetta
pelati
parmigiano grattugiato
PASSO 1
Mischio le due farine, formo una fontana sulla spianatoia, aggiungo sale. Aggiungo l’acqua raccogliendo la farina, prima con la forchetta, poi con le mani.
PASSO 2
Continuo a lavorare la pasta incorporando l’acqua fino ad ottenere un panetto ben sodo. Lo lascio riposare per una mezz’ora sotto un canovaccio.
PASSO 3
Nel frattempo affetto la cipolla, la metto nella pentola con l’olio a fuoco basso. Appena inizia a soffriggere leggermente, aggiungo i dadini di pancetta e lascio andare, sempre a fuoco lento.
PASSO 4
Quando la pancetta è ben rosolata, aggiungo il pomodoro e il sale. Il sugo deve rimanere abbastanza liquido, quindi non faccio cuocere per molto, se utilizzate una passata più rustica, aggiungete mezzo bicchiere d’acqua.
PASSO 5
Torno alla pasta! Divido in due il panetto e lo stendo con il matterello, non troppo sottile però! Mi aiuto con la farina di riso.
Una volta ottenuta la sfoglia, taglio delle strisce di 4-5 centimetri, le sovrappongo e taglio dei triangoli abbastanza grandi.
La tecnica è quella di fare un taglio a 45 gradi ed uno dritto, almeno così ho fatto io!
PASSO 6
Ottenute le mie patellette, metto a bollire abbondante acqua con sale. Aggiungo un filo d’olio per evitare che attacchi.
Quando bolle, butto la pasta, poco per volta. Smuovo delicatamente con la forchetta per non farla attaccare, ma senza romperla e porto a bollore più velocemente possibile, magari appoggiando un coperchio, facendo attenzione che l’acqua non sbocchi. Lascio cuocere per 3-4 minuti, a seconda di quanto è spessa la pasta (assaggiatela sempre!)
PASSO 7
Scolo le patellette e aggiungo abbondante sugo. Andrebbe, poi, aggiunta altra acqua di cottura della pasta, perchè il piatto deve essere brodoso. Io non l’ho fatto perchè il mio sugo era perfetto!
Aggiungo parmigiano e gusto questa bontà! Se capitate in Abruzzo non potete andarvene senza averle assaggiate!

Buon appetito!

Share on facebook
Facebook
Share on google
Google+
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on pinterest
Pinterest

Leave a Reply

avatar
  Subscribe  
Notify of
Greater Vancouver Community Credit UnionGreater Vancouver Community Credit UnionGreater Vancouver Community Credit Union
ADVERTISEMENT
Cannoli KingCannoli KingCannoli King
ADVERTISEMENT
Daniela MuranoDaniela MuranoDaniela Murano
ADVERTISEMENT
Annies PlaceAnnies PlaceAnnies Place
ADVERTISEMENT

Latest News