Pari e brividi, dopo 20 anni Lazio a ottavi Champions

Con il fiato grosso, ma ce l’ha fatta. Venti anni dopo l’ultima volta, stagione 2000-2001, la Lazio è negli ottavi di finale dell’Europa che conta, la Champions League. Ci riesce pareggiando 2-2 in casa, e soffrendo, contro i campioni del Belgio del Bruges che giocano per più di un tempo in dieci per l’espulsione (doppio giallo) al 39′ del loro difensore ucraino Sobol. Non è stata una prova esaltante quella dei biancocelesti, ma è bastata a Simone Inzaghi per entrare nella storia: lui c’era, con la Lazio avanti in Champions, anche quando faceva il giocatore. Ma c’è mancato un soffio che questa volta non ci riuscisse: deve infatti ringraziare la buona sorte quando, al 92′ e con la squadra di casa in affanno, il Bruges ha fatto tremare la traversa laziale con una conclusione di De Keteleare da posizione defilata. Se il tiro fosse entrato forse sarebbe stata una beffa per via del tempo scaduto, non certo per ciò che stava accadendo in campo nella fase finale del match, con il pallino del gioco saldamente nelle mani del Bruges.

Agenzia di stampa

Share on facebook
Facebook
Share on google
Google+
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on pinterest
Pinterest
Subscribe
Notify of
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments
Greater Vancouver Community Credit UnionGreater Vancouver Community Credit UnionGreater Vancouver Community Credit Union
ADVERTISEMENT
AnnieAnnieAnnie
ADVERTISEMENT
SfinakiSfinakiSfinaki
ADVERTISEMENT
ADVERTISEMENT

Latest News

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
Scroll to Top