Lettera all’editore

Egregio Direttore,

Leggo con tristezza della “acidità di stomaco” che il Sig. Dom Serafini ha esperimentato,  nell’utilizzare un Sommelier, Mastro Coppiere , Wine Stuart in una sua serata o  forse un semplice “mescitore di vino” che dir si voglia, tanto da farne un’articolo nel Suo giornale.
Sono Giovanni Trigona, e mi firmo perché nella storia del nostro amico non ci sono citati,  nomi di persone o ristoranti, egregio amico,
mi sono Diplomato nel lontano 1990 a Toronto con il Primo Diploma di Sommelier in Canada, riconosciuto legalmente, iscritto nel Sommelier Guild of Canada, sotto la guida di maestro di cucina e mastro Sommelier, Francese e Canadese,  Monsieur Jacque Marie, oltre che sotto le ali di Franco Prevedello, il Giro della ristorazione italiana in Canada,
Sono anche chef  italiano presidente dell’ApciCanada e Restaurant manager. oltre ad essere stato componenti dell’Associazione Sommelier Italiani, per cui, qualcuno che sa di cosa sta parlando.
Sono molte le cose che ho imparato nei miei 35 anni di professione, tra l’Italia e il Canada, operando tra alberghi di lusso e trattorie, una di certo e che devi “dire” che il cliente ha sempre ragione, anche se non capisce niente, e poi da professionista, devi prenderlo per mano, e senza mai fargli fare brutta figura, far sì che LUI scelga il vino.
Questo si chiama “psicologia di vendita”, cosa che ho “studiato”, perché alcuni di noi studiano.
Egregio Sig.Serafino, ho lavorato COME SOMMELIER nei più prestigiosi ristoranti di Toronto Vancouver,  Milano e Puglia, con al collo , quello che molti frequentatori di trattorie chiamano ” portacenere”,  e pure sono proprio a quelli che ha fatto acquistare le bottiglie più costose, facendogli fare bella figura,
decantando il vino con la candela, servendolo in bicchieri di cristallo ed assicurando che la sua compagna (generalmente giovanissima) rimanga soddisfatta … anche per il Proseguo della serata.
Le mie mani in quegli anni hanno aperto Baroli, Barbareschi, Brunelli, Biondi Santi, Premier Cru classe francesi, Petrus da migliaia di Dollari così come i Grandi Gaja, o i Quinatarelli, COSTOSISSIMI, così come ho aperto grandi vini a modesto prezzo serviti in bicchieri normalissimi, nelle mie Trattorie, ma servite sempre con eleganza, come se fossimo in un 5 Stelle.
Ho insegnato in scuole alberghiere italiane e anche qui in Vancouver, a centinaia di studenti, così come ho organizzato corsi di vino e pietanze ad altrettanti amatori del”bon ton”, e si perché è di questo che stiamo parlando.
Perché esistono delle regole per stare seduti in certe tavole, principalmente IL RISPETTO DEL VINO ( e di tutti quelli che c’è dietro) IL RISPETTO DELLE PIETANZE SERVITE, non per ultimo il RISPETTO PER I COMMENSALI DEL SOMMELIER E LO CHEF.
È difficile, e devo dire in verità, che nemmeno io sopporto i miei “colleghi” che si prolungano nel parlare, parlare, parlare, con le poesie sul vino ecc ecc, avvolte “pesanti” e tutto per impressionale un cliente, ma ho imparato anche questa regola: un cliente esigente che pretende un grande vino DEVE essere servito con rispetto, e con quello, i giusti bicchieri, così come il magnate ignorante, che vuole che gli si riempie il bicchiere fino all’orlo, chiedere quante cassa di vino devo aprire, lui non beve, TRACANNA e non legge le etichette .. ma i numeri ($) sulla lista del vino..
Come vede, evidentemente, non mi ha incontrato, mi creda ci saremmo divertiti, sono specializzato nei clienti come lei che ” pensano di sapere tutto vengo quelli che gli “altri” non sanno soddisfare”, ho fatto  le mie esperienze con tipi come … “io ti Pago tu mi servi”, grandi magnati, presidenti del consiglio, ministri e Consoli, oltre a migliaia di gente normale che vuole mangiar bene e bere un buon bicchiere di vino.
Esiste una regola ( Giapponese) nella ristorazione, se la zuppa servita all’inizio della cena e brutta, tutto il resto ( anche se e squisito ) e negativo, evidentemente e stata la sua zuppa che le ha rovinato la cena.
A proposito io sono stato uno dei primi a comprare, ANZI INVESTIRE oltre 250.00$ negli anni 90 acquistando “Les Naz du vin”, vede mi ha disturbato la sua offesa alla categoria di professionisti che studia, ed investe per dare qualche minuto di gratificazione a dei clienti.
Un mio vecchio maestro mi diceva , vede Trigona, Il nostro mestiere e come un teatro, bisogna solo capire che è L’attore, il cliente o il guitto.
La saluto cordialmente
Giovanni Trigona
Share on facebook
Facebook
Share on google
Google+
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on pinterest
Pinterest
Subscribe
Notify of
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments
Greater Vancouver Community Credit UnionGreater Vancouver Community Credit UnionGreater Vancouver Community Credit Union
ADVERTISEMENT
AnnieAnnieAnnie
ADVERTISEMENT
SfinakiSfinakiSfinaki
ADVERTISEMENT
ADVERTISEMENT

Latest News

Sex Crazy Things Used By Naughty Alone Girl (vanessa veracruz) movie-28 - teen,tits,pussy Sluty Girl Make Lots Of Money By Having Sex On Cam movie-12 - tits,teen,hardcore Sexy GF Perform Hardcore Sex In Front Of Camera (sydney cole) movie-28 - pussy,teen,fucking (megan­) Nasty Mean Lesbo Punishing With Toys A Hot Lez movie-28 - lesbian,porn,sex
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
Scroll to Top Alix Lynx home movie sex tape with a hung stud! - pussy,cumshot,sex (akira lane) Sluty Big Tits Mommy Love Sex Action movie-02 - sex,hardcore,porn Sex In Group On Cam With Real Party Sluty Girls (ava & danlia) movie-11 - teen,amateur,hardcore Sex Tape With Horny Real Sluty Hot GF (samantha bentley) movie-27 - teen,pussy,fucking