L’antica arte della liuteria rivive nell’opera di Michele Sangineto

Di Anna Foschi

Michele Sangineto non è sempre stato un nome di eccellenza nel campo della liuteria e della musica. Come tutti, al vertice ci è arrivato a tappe, con molta voglia di imparare, di sperimentare e con molta umiltà. Nato a Albidona in provincia di Cosenza nel 1944 in una famiglia dignitosa ma di modesti mezzi, a 25 anni si trasferì in Brianza e poi, tornato in Calabria, stavolta a Castrovillari, conseguì il diploma diploma di maestro d’arte con specializzazione in ebanisteria (arte applicata). Di nuovo in Nord Italia, nel 1973 accetta l’incarico presso l’Istituto Statale d’Arte di Monza (ISA) dove ha insegnato per 35 anni. Nei tardi anni ’70 iniziò a collezionare strumenti musicali di tutto il mondo e a sperimentare la costruzione di strumenti musicali, particolarmente quelli a corda tipici della tradizione europea, come salterio, dulcimer, i vari tipi di arpa, la cetra e altri e iniziò anche a apportarvi delle modifiche di sua creazione per migliorare la sonorità e la resa musicale. Oggi Michele Sangineto viene considerato una autorità internazionale nel campo della liuteria, tiene corsi di studio in Italia e Spagna, organizza mostre di strumenti musicali nelle scuole di ogni ordine e grado e espone i suoi strumenti nelle più prestigiose fiere, esposizioni e Festivals sia in Italia che a livello internazionale, ad esempio in Francia a a Parigi (“Rencontres Internationales de Musique Ancienne”, Carrousel du Louvre) a Saint Chartier (“Rencontres Internationales de Luthiers et Maîtres Sonneurs”), a Dinan, a Lorient, a Saint Jean du Gard e altri luoghi ancora. In Inghilterra ha partecipato a incontri internazionali a Londra (“The London International Exhibition of Early Music”, Royal College of London) e a Greenwich, come pure è stato invitato in Belgio, in Germania, in Spagna, in Ungheria, e in Svizzera. Anche in Italia Michele Sangineto è attivissimo, con presenza nella città maggiori e in tutte le città dove chiese, conventi, centri culturali e accademie musicali, Conservatori e teatri comunali tengono viva la passione e la tradizione della musica e degli strumenti di epoca. Gli strumenti musicali creati da Sangineto sono esposti permanentemente presso la Scuola di Musica a Il Musée des Instruments de Musique di Bruxelles e l’Universidad Popular Garcia Barbòn di Vigo (Spagna). Li usano noti esponenti della musica etnica e tradizionale come Alan Stivell, Stefano Corsi, Adriano Sangineto e altri ancora. Infatti Sangineto riserva molta attenzione anche a strumenti di tradizioni etniche. Non per niente, come lui stesso ha confidato nel corso di una intervista rilasciata a ”Albidona ieri, Albidona oggi” e condotta da Mariantonietta Bianco, ha cominciato quasi per caso“..un giorno ho incontrato un ragazzo con in mano uno strano strumento. Si trattava di una zanza, una sorta di marimbas africano. Era rotto e gliel’ho aggiustato. Da qui mi sono incuriosito e ho cominciato ad appassionarmi a questo mondo. Ricordo che quando ebbi per la prima volta in mano una gironda, volli subito smontarla per vedere come era fatta.” L’attività di Michele Sangineto comprende oggi anche l’organizzazione di Festivals di musica popolare e omaggi ad artisti e studiosi della tradizione musicale europea, la fondazione della dell’Associazione Culturale Arpanetta (2003) e la direzione artistica di numerosissime manifestazioni artistiche, fra le quali citiamo: “Omaggio a Diego Carpitella e Michele Straniero”, “Pop Harp Festival” (Teatro Manzoni, Monza, 2006) “Omaggio a D. Bell e N. Zabaleta” (Teatro Manzoni, Monza 2005),
Dal 2009 al 2010 è stato Direttore artistico dell’evento “Festival dell’arpa – suoni di antichi strumenti” inserito nella programmazione dell’Estate Romana.
Alla sua attività di liutaio ha affiancato anche il ruolo di scrittore e musicista. Nel 2006 ha pubblicato un opuscolo sugli strumenti musicali della tradizione europea come corredo significativo alle mostre di strumenti. Sangineti ha trasmesso “il virus” della musica anche a sua moglie e ai loro due figli. Essi hanno infatti costituito l’ Ensemble Sangineto che dal 2000 a oggi si esibisce in numerosi concerti di musica antica e popolare in Italia e all’estero. Il gruppo ha prodotto due CD: “Salteri” (Red Edizioni, 2003) e “Altea rosa” (Ed. Arpanetta, 2006). Il pubblico italiano, anche quello non appassionato di musica classica, lo conosce attraverso le sue numerose apparizioni sulle reti televisive italiane: Rai 1 (“Uno mattina”), Rai 2 (“Mattina in Famiglia”), Rai 3 (“Tg3”), TV Channel, Tele Lombardia, e per i suoi interventi alla radio: Popolare Milano e altre radio locali lombarde, a Radio Châteauroux (Francia), ealla Radio Nazionale di Tokio,perché l’ex ragazzo di Albidona è oggi una celebrità internazionale nel suo campo da oltre 40 anni. La stampa internazionale gli ha dedicato articoli e interviste, da “Corriere della Sera”, a “La Repubblica”, “Il Giorno”, “L’Avvenire”, “Il Cittadino di Monza e Brianza” ,“Il Giornale di Vimercate”, “Io Donna”, “L’Esagono” e all’estero i quotidiani bretoni “Le Télégramme” e “Ouest France”. Da dieci anni circa si dedica allo studio e alla ricostruzione di strumenti musicali raffigurati nell’arte pittorica dei grandi maestri come Leonardo da Vinci, Giorgione, Piero di Cosimo, Simone Martini, Gaudenzio Ferrari, Filippino Lippi, Arnault de Zwolle e Van Eyck.
In conclusione, citiamo ancora, sempre da ”Albidona ieri, Albidona oggi” una bella frase di Sangineto a proposito delle origini del suo sapere. da autodidatta per sua definizione e in spirito nonostante le vette raggiunte. Dove ha imparato?“
Non certo sui libri. All’inizio me ne sono procurata una (arpa celtica n.d.r.) e l’ho studiata a fondo.
Poi ho cominciato con I primi modelli, migliorando passo dopo passo tuti I particolari.”

Share on facebook
Facebook
Share on google
Google+
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on pinterest
Pinterest
Subscribe
Notify of
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments
Greater Vancouver Community Credit UnionGreater Vancouver Community Credit UnionGreater Vancouver Community Credit Union
ADVERTISEMENT
AnnieAnnieAnnie
ADVERTISEMENT
SfinakiSfinakiSfinaki
ADVERTISEMENT
ADVERTISEMENT

Latest News

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
Scroll to Top