Insieme contro lo spreco alimentare

Di Vicky Paci

Lo spreco alimentare è ormai parte della vita quotidiana, in Canada i numeri sono alti: si parla infatti di tanto cibo gettato via lungo tutta la filiera dalla produzione fino ai consumatori. Il problema e’ ancora più grave se si considerano le condizioni di fame e di povertà in cui versano molte persone. A sensibilizzare l’opinione pubblica ci aveva pensato qualche anno fa lo chef canadese Jagger Gordon diventato famoso per aver fondato l’organizzazione no-profit Feed it Forward e per i tanti progetti da lui curati. Di fronte allo spreco di copiose quantità di cibo ancora in ottimo stato Gordon decise di fare qualcosa di concreto e tra le iniziative curate da lui e dai suoi volontari ci sono un ristorante temporaneo a Toronto, pay-what-you-can, paga quello che puoi e un supermercato solidale sempre a Toronto. Questi progetti hanno permesso di sfamare una notevole quantita’ di bisognosi e homeless grazie alle donazioni di scarti di cibo abilmente trasformati e diventati un gesto solidale accessibile a tutti. In Italia? Le statistiche dicono che nelle case degli italiani svariati kg. di cibo finiscono ogni anno nella spazzatura: tra gli alimenti più sprecati verdura e latticini. Le previsioni per il futuro non sono delle migliori perché si stima che nel 2030 lo spreco aumenterà ma se fosse possibile recuperare tutto il cibo che viene buttato si potrebbero aiutare tantissime persone in difficolta’. Inoltre, mentre in molti paesi del mondo gli avanzi (nati come doggy bag) sono un diritto, nello stivale ancora ci si vergogna di chiedere il cibo pagato ma non consumato, in una terra ricca di eccellenze con la tradizione alimentare apprezzata in ogni parte del mondo si butta via il cibo buono solo perché il ristoratore non lo propone: così si sperperano i soldi per alimentare la piaga degli sprechi alimentari mentre nella vicina Francia è in vigore una legge che obbliga i ristoranti a consegnare il cibo avanzato dai clienti se questi lo richiedono. Nel Bel Paese e’ in corso una petizione che vuole spingere una proposta di legge del Parlamento per introdurre l’obbligo di consegnare al cliente una food bag con materiali adeguati al contatto con gli alimenti e al trasporto che mostri stampato un decalogo per la corretta conservazione del cibo. Nelle more degli ideatori questa azione dovrebbe essere un richiamo all’educazione antispreco, quella di mettere da parte per un altro pranzo il cibo avanzato nel piatto ed alla sicurezza alimentare.
La lotta allo spreco si combatte anche al supermercato dove quasi sempre compriamo tanto superfluo solo perche’ l’abbiamo visto nella pubblicita’, poi non ci piace oppure nella fretta di acquistare non abbiamo letto bene le etichette o le scadenze, lo conserviamo male oppure semplicemente effettuiamo acquisti che superano il bisogno quotidiano e regolarmente il tutto finisce nella pattumiera: buttare il cibo nei rifiuti significa, oltre che perdita per il nostro portafoglio causa di un forte impatto ambientale.
Citiamo anche la proposta vegetariana o vegana degli impasti vegetali come aiuto all’ambiente grazie alla loro sostenibilità: in ogni caso la tradizione della cucina e’ ormai trasformata mediante modi nuovi di consumare il cibo. Il 16 ottobre, data dell’anniversario della fondazione della Fao, istituita a Québec city in Canada nel 1945, ricorre la giornata mondiale dell’alimentazione ma al di la delle celebrazioni ufficiali tutti dovremmo impegnarci per ridurre al minimo lo spreco alimentare al fine di raggiungere gli obiettivi dettati dalle Nazioni Unite (Agenda 2030 per uno sviluppo sostenibile) perché lottare contro lo sperpero va a beneficio dell’ambiente, dell’economia, del lavoro e della sicurezza alimentare ed ognuno di noi puo’ dare il proprio contributo attraverso piccoli gesti quotidiani.

Share on facebook
Facebook
Share on google
Google+
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on pinterest
Pinterest

Leave a Reply

avatar
  Subscribe  
Notify of
Greater Vancouver Community Credit UnionGreater Vancouver Community Credit UnionGreater Vancouver Community Credit Union
ADVERTISEMENT
Cannoli KingCannoli KingCannoli King
ADVERTISEMENT
Daniela MuranoDaniela MuranoDaniela Murano
ADVERTISEMENT
Annies PlaceAnnies PlaceAnnies Place
ADVERTISEMENT

Latest News

Scroll to Top