Fiorentina-Napoli 0-0 La Fiorentina frena il Napoli

Una bella partita, aperta e combattuta, Fiorentina e Napoli non si sono risparmiate e chi ha visto la partita del Franchi si è sicuramente divertito. Alla fine un pareggio senza gol che, per le occasioni create, sta probabilmente più stretto ad Ancelotti. Ma anche Pioli può essere soddisfatto: la sua Fiorentina non ha mollato mai, ha giocato con grande determinazione e alla fine, con un super Lafont e fra mille difficoltà, ha raccolto un punto prezioso per la corsa all’Europa (ora è a -6 dal quarto posto). Per la prima volta senza Hamsik dopo 12 anni, il Napoli riparte da Fabian Ruiz, il mancino spagnolo che raccogliere l’eredità dello slovacco. La fascia di capitano va a Insigne, mentre in difesa c’è Maksimovic al posto dell’infortunato Albiol. Pioli in emergenza dietro (out Milenkovic e in panchina Vitor Hugo) punta sulla difesa a tre con Hancko e Ceccherini ai lati di Pezzella. Nel tridente gioca Gerson con Muriel e Chiesa. Parte aggressiva la squadra di Pioli, Ancelotti invece perde dopo tre minuti Mario Rui per un problema muscolare: tocca a Ghoulam. Insigne spreca subito un’occasione d’oro dopo una corta respinta di Lafont. Non fa meglio poco dopo Mertens, che non concretizza un’altra grande chance da ottima posizione. La terza grande opportunità per il Napoli arriva sull’asse Fabian Ruiz-Mertens, ma da posizione defilata a Callejon non riesce il tap-in vincente. La Fiorentina si salva e non si abbatte, anzi reagisce con il solito Chiesa che spaventa Meret e con Veretout che costringe il portiere azzurro a un difficile salvataggio. La partita è frizzante e combattuta, entrambe le squadre pressano alte, le fiammate sono continue. Mertens ha un’altra clamorosa occasione solo davanti alla porta avversaria su invito di Zielinski, ma la conclusione è centrale e consente a Lafont di salvarsi. Vicino al vantaggio nel recupero del primo tempo anche Insigne, ma il suo tiro viene deviato in extremis da Biraghi. Il Napoli, così come era andato al riposo, riparte a caccia del vantaggio: Insigne da fuori ma soprattutto Zielinski (miracolo di Lafont) spaventano i viola. La Fiorentina reagisce con Edimilson ma Pioli ha paura e rinforza la difesa con Vitor Hugo al posto di Hancko. Guadagnano campo i viola e tengono sotto pressione il Napoli con una lunga serie di angoli. Ancelotti prova a cambiare copione con Milik al posto dell’impreciso Mertens e Verdi per capitan Insigne, dall’altro lato c’è spazio per Mirallas al posto di Gerson. Dura però pochissimo la partita del belga, che ha un problema muscolare e deve uscire: gli ultimi dieci minuti li gioca Simeone, che l’anno scorso aveva travolto Sarri. E’ un finale difficile per Pioli: è acciaccato anche Pezzella, ma non ci sono più cambi e allora il difensore argentino va a fare la punta pur di restare in campo. Si gioca pochissimo nei cinque di recupero, ma Milik sfiora due volte il colpo da tre punti.

Share on facebook
Facebook
Share on google
Google+
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on pinterest
Pinterest

Leave a Reply

avatar
  Subscribe  
Notify of
Greater Vancouver Community Credit UnionGreater Vancouver Community Credit UnionGreater Vancouver Community Credit Union
ADVERTISEMENT
Cannoli KingCannoli KingCannoli King
ADVERTISEMENT
Daniela MuranoDaniela MuranoDaniela Murano
ADVERTISEMENT
Annies PlaceAnnies PlaceAnnies Place
ADVERTISEMENT

Latest News

Scroll to Top