Disney on Ice: uno spettacolo per grandi e piccini

Di Anna Foschi

Dentro di noi esiste ed esisterà sempre un eterno bambino, un frammento della curiosità e della allegra innocenza dell’infanzia, pronto a riaffiorare nonostante le difficoltà e le procelle della vita. Magari basta assistere ad uno spettacolo come Mickey’s Search Party, prodotto dalla Feld Entertainment’s Ice Follies And Holiday on Ice, Inc. su licenza di The Walt Disney Company andato in scena dal 28 novembre al 1 dicembre al Pacific Coliseum di Vancouver per ritrovare la stessa estatica meraviglia che ci sembrava ormai dimenticata. Di bambini veri, moltissimi vestiti come i personaggi dei film di Disney, era pieno lo stadio ma c’era anche una gran folla di adulti deliziati dalle attrazioni che lo spettacolo ha offerto. La storia, esile,si dipana sulle allegre peripezioie di Mickey Mouse e dei suoi fedeli amici Minnie Mouse, Donald Duck, Goofy i quali partono alla ricerca di Tinker Bell, che è stata rapita dal cattivone Captain Hook e accoliti. Due giovani e super-energici presentatori che si muovono incessantemente dall’arena per mescolarsi con il pubblico delle gradinate aiutano lo spettatore a seguire le fasi della lunga “caccia” di Mickey e compagni alla ricerca della prigioniera Tinker Bell. Durante il loro viaggio, il gruppetto degli eroici amici che si aiutano con la guida fornita da una vecchia mappa, incontrano una serie di personaggi e storie fantastiche. In palcoscenico si susseguono sciami di acrobati-artisti che pattinano sul ghiaccio, saltano e volano come folletti, eseguono acrobazie da brivido per far rivivere tante storie care a bambini a grandi, da Moana la principessa esploratrice alla eroina Elsa di “Frozen”, a Little Mermaid e ai giocattoli di Toy Story fino ai più tradizionali e amati personaggi come Red Riding Hood, Cinderella e Snow White (il personaggio interpretato dall’italiana Diana Gerosa che abbiamo intervistato in precedenza.) Con la tecnologia attuale, gli effetti speciali sono semplicemente entusiasmanti. In scena si vedono lingue di fuoco scendere dall’alto, neve turbinante, effetti di luce suggestivi. In quella che forse è la scena più bella e più dolce, Little Mermaid e il Principe volteggiano e ondeggiano romanticamente sospesi in aria come fossero veramente immersi a nuotare nelle profondità marine, in una danza lenta e intrigante ma che richiede una non comune abilità acrobatica. I costumi di scena in tutti i quadri e scenografie sono così ricchi, rutilanti ed evocatori di sogni e ricordi infantili da costituire da soli una grossa attrazione. La maestria nel coordinare le luci di scena, la magia della musica che accompagna le esibizioni degli artisti e che ci fa riascoltare le melodie legate ai personaggi disneyani ma soprattutto la qualità e il grado di difficoltà delle prestazioni acrobatico-artistiche dei pattinatori che si esibiscono in esercizi di tale brivido da fare trattenere il fiato agli spettatori grandi e piccini assicurano una serata da non dimenticare. Disney on Ice ha qualcosa da offrire a tutti, e soprattutto ha da offrire inventiva, splendore visivo e il livello atletico-acrobatico-artistico degli attori che è semplicemente strabiliante.

Share on facebook
Facebook
Share on google
Google+
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on pinterest
Pinterest

Leave a Reply

avatar
  Subscribe  
Notify of
Greater Vancouver Community Credit UnionGreater Vancouver Community Credit UnionGreater Vancouver Community Credit Union
ADVERTISEMENT
Cannoli KingCannoli KingCannoli King
ADVERTISEMENT
Daniela MuranoDaniela MuranoDaniela Murano
ADVERTISEMENT
Annies PlaceAnnies PlaceAnnies Place
ADVERTISEMENT

Latest News

Scroll to Top