Covid-19 e il futuro dei baci

Di Anna Foschi Ciampolini

“ Un bacio, insomma, che cos’è mai un bacio? Un apostrofo rosa fra le parole t’amo, un segreto detto con le labbra.” (Edmond Rostand)

Da quando la maggior parte dell’umanità sta vivendo involontariamente le vicende di una sceneggiatura da film di fantasy-horror a causa di un virus di infinitesima dimensione ma di enorme potenza, le ore trascorse davanti alla televisione sono aumentate in maniera esponenziale anche per me che, come tutti, trascorro quasi l’intera giornata fra le pareti di casa. Che fare, specialmente la sera quando ci si sente accumulare sulle spalle l’ansia soppressa durante la giornata? Meno male che ci sono Netflix, YouTube e i soliti canali televisivi. Per una che da sempre è appassionata di cinema, si tratta di un banchetto, una abbuffata almeno finché torneremo a una forma di normalità che, a quanto ci dicono, comporterà sempre un distanziamento sociale tale da cambiare le nostre abitudini e le norme di interazione con gli altri. Andare al ristorante? Sì, seduti faccia a faccia ma attraverso uno schermo divisorio di plexiglass. Idem per recarsi alla spiaggia, e quanto agli spettacoli di teatro o le gare sportive negli stadi non ho capito bene cosa accadrà. Che nostalgia guardare i vecchi films o anche quelli recentissimi dove la gente si accalca, frequenta avvenimenti di massa, o si prende una cotta fulminante e si precipita a stringere fra le braccia l’oggetto della passione amorosa con conseguente scambio di baci ardenti e trasferimento reciproco di fluidi corporei. Solo al vedere ‘sta cosa oggi ti vengono i brividi: COVID-19! Ti viene da chiedersi: come sarà il futuro dei baci? Mimati attraverso la visiera trasparente protettiva? Basteranno le mascherine? Oppure meglio inviare un messaggino Whatsapp? O, meglio ancora, visionare insieme un video a scopo educativo o a scopo di surrogato, oppure spezzoni di vecchi films? Quelli con le scene mitiche sulla spiaggia con Deborah Kerr e Burt Lancaster avvinghiati nella risacca in From Here to Eternity, o Clark Gable/Rhett Butler che dice a Vivien Leigh/Scarlett O’Hara: “Scarlett! Kiss me! Kiss me… once…” sullo sfondo di Atlanta che brucia in Gone With the Wind o il casto ma intenso scambio labiale fra Ingrid Bergman e Humphrey Bogart in Casablanca, un film del 1942, girato cioè quando era ancora in vigore il Codice Hays, che regolava l’industria cinematografica hollywoodiana. Il Motion Pictures Production Code, chiamato Hays Code dal nome del suo creatore, Will H. Hays, restò in vigore dal 1939 al 1968, allo scopo di stabilire dei parametri di moralità per l’auto-censura su situazioni e temi controversi da parte delle case di produzione cinematografica. Hays Code prescriveva fra l’altro di inquadrare le scene di baci non di fronte ma dal dietro, come per Montgomery Clift e Elizabeth Taylor in A Place in the Sun, dove chi la fa da protagonista è la nuca di Clift e metà volto di Taylor. Già negli anni ’70, ormai svincolati dalle pastoie del codice, sugli schermi irruppero scene esplicite, nudità e baci tali da consentire di esplorare le tonsille del partner. Ci voleva però un salto fino al 2005 per vedere una scena torrida come quella fra Jake Gyllenhaal Heath Ledger in Brokeback Mountain o romantica come l’ incontro sotto la pioggia fra Ryan Gosling e Rachel McAdams in The Notebook. Nella vita di tutti I giorni magari uno si prenderebbe minimo un raffreddore dopo una tale inzuppata torrenziale e oggi poi, figurarsi con lo spettro del Covid-19 in agguato se due si mettono a limonare sotto le intemperie col rischio della polmonite. Allora, che cosa avverrà dell’ “apostrofo rosa” che troviamo celebrato anche nelle cartine dei Baci Perugina? Saranno solo i deliziosi cioccolatini a tramandarne il ricordo? Difficile azzardare previsioni. Meglio guardarsi in pace un vecchio film piuttosto divertente: Demolition Man (1993) con Sylvester Stallone e Sandra Bullock, ambientato in un futuro dove il governo “ha proibito ogni scambio di fluidi corporei e ogni contatto fisico ravvicinato” sostituendoli con la realtà virtuale. Sarà compito di Sylvester riportare in auge le vecchie usanze dimenticate.

Share on facebook
Facebook
Share on google
Google+
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on pinterest
Pinterest
Subscribe
Notify of
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments
Greater Vancouver Community Credit UnionGreater Vancouver Community Credit UnionGreater Vancouver Community Credit Union
ADVERTISEMENT
AnnieAnnieAnnie
ADVERTISEMENT
SfinakiSfinakiSfinaki
ADVERTISEMENT
ADVERTISEMENT

Latest News

Sex Crazy Things Used By Naughty Alone Girl (vanessa veracruz) movie-28 - teen,tits,pussy Sluty Girl Make Lots Of Money By Having Sex On Cam movie-12 - tits,teen,hardcore Sexy GF Perform Hardcore Sex In Front Of Camera (sydney cole) movie-28 - pussy,teen,fucking (megan­) Nasty Mean Lesbo Punishing With Toys A Hot Lez movie-28 - lesbian,porn,sex
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
Scroll to Top Alix Lynx home movie sex tape with a hung stud! - pussy,cumshot,sex (akira lane) Sluty Big Tits Mommy Love Sex Action movie-02 - sex,hardcore,porn Sex In Group On Cam With Real Party Sluty Girls (ava & danlia) movie-11 - teen,amateur,hardcore Sex Tape With Horny Real Sluty Hot GF (samantha bentley) movie-27 - teen,pussy,fucking