Cdm approva lo Stato di emergenza

Il Consiglio dei ministri ha approvato nella notte la proroga dello stato di emergenza per il Covid-19 fino al 15 ottobre.
Il provvedimento era stato approvato anche dalla Camera. Proprio a Montecitorio Giuseppe Conte si era scagliato contro le fake news. Lo ha fatto questa mattina, quando ha tenuto la sua informativa sulla proroga dello stato di emergenza, già votata ieri dal Senato.
Dopo l’ok ieri del Senato, anche l’aula della Camera ha dunque approvato la risoluzione di maggioranza che dà il via libera alla proroga dello stato di emergenza fino al 15 ottobre. I voti a favore sono stati 286, i contrari 221. Il Consiglio dei ministri è stato convocato per questa sera alle 20. Sul tavolo è atteso il via libera alla proroga dello stato di emergenza, dichiarato il 31 gennaio 2020.
Nel ribadire l’intervento sul tema fatto ieri a Palazzo Madama, il presidente del Consiglio si è rivolto alle critiche mosse dalle opposizioni: “Ieri nel dibattito c’è stato qualche fraintendimento”, e “qualcuno ha detto” che lo stato d’emergenza è stato prorogato “per reprimere il dissenso, perché si vuole assumere un atteggiamento liberticida o tenere la popolazione in uno stato di soggezione”, ma si tratta di “affermazioni gravi che non hanno nessuna corrispondenza con la realtà”.

Poi si è scagliato contro le false informazioni che stanno circolando sui social: “Se non si condivide la necessità di prorogare l’emertgenza lo si dica in modo franco al governo, ma non si faccia confusione sulla popolazione, perché oggi sui social c’è qualche cittadino convinto che prorogare lo stato d’emergenza significhi rinnovare il lockdown dal primo agosto. Non è affatto così”.

Ha poi proseguito: “Ricordo che la dichiarazione dello stato di emergenza, ma questa cosa a quanto sentito da una parte degli interventi ieri in Senato purtroppo sembra ancora sfuggire, è prevista dal Codice di protezione civile, una fonte quindi di rango primario e di carattere generale, la cui legittimità è stata vagliata positivamente dalla Corte costituzionale. Costituisce il presupposto per l’attivazione di una serie di poteri e di facoltà, necessari per affrontare con efficacia e tempestività le situazioni emergenziali in atto”.

“Manteniamo un cauto livello di guardia – ha proseguito Conte –  non intendiamo introdurre misure restrittive. Vi posso assicurare che da parte del Governo, mia personale, di tutti i ministri non vi è nessuna intenzione di drammatizzare, né di alimentare paure ingiustificate nella popolazione. La scelta di prorogare lo stato di emergenza non è affatto riconducibile alla volontà di voler creare una ingiustificata situazione di allarme”.

Agenzia di stampa

Share on facebook
Facebook
Share on google
Google+
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on pinterest
Pinterest
Subscribe
Notify of
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments
Greater Vancouver Community Credit UnionGreater Vancouver Community Credit UnionGreater Vancouver Community Credit Union
ADVERTISEMENT
AnnieAnnieAnnie
ADVERTISEMENT
SfinakiSfinakiSfinaki
ADVERTISEMENT
ADVERTISEMENT

Latest News

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
Scroll to Top