Carmelo Sortino artista del cibo e del pennello

Di Anna Maria Zampieri

Carmelo Sortino, personaggio multiforme e pieno di calore, come la terra di Sicilia dove è nato otto decenni or sono.
Francofonte, nel sicuracusano, è rimasta la sua patria amata, anche se gli ricorda gli anni tribolati dell’infanzia in periodo bellico, “
quando un frutto era più prezioso dell’oro e compagna abituale era la fame”. Giovanissimo, decise di recarsi nel nord Italia, dove frequentò i corsi di una severa accademia culinaria milanese, specializzandosi in pasticceria. Più tardi, dopo aver lavorato in Milano per i prestigiosi Cova e Biffi, partì per il Nord America. Erano i primi anni Settanta. Sostò brevemente a New York, si trasferì quindi a Montreal, ma scelse definitivamente il Canada occidentale, dove a Vancouver, la bella, la temperata, la pacifica Vancouver, potè aprire e dedicarsi con entusiasmo alla sua Carmelo’s Pastry. Raffinata e ridondante pasticceria nel cuore della Little Italy, per la gioia dei siciliani che vi ritrovavano cannoli e marzapane, ma anche dei milanesi in cerca dei prediletti panettoni… senza dire di quanti, italiani e canadesi, divennero fin dall’inizio clienti abituali.
Quando anch’io raggiunsi Vancouver, a fianco della pasticcerai di Carmelo, quasi porta a porta, c’era l’ufficio di redazione dell’Eco d’Italia, il vivace settimanale ceduto poi da Roano Azzi agli Scalabriniani che provvidenzialmente mi coinvolsero nel progetto. Erano i primi anni Ottanta. Quei locali furono per qualche settimana la nostra prima sede redazionale, prima che ci trasferissimo nel seminterrato della parrocchia di sant’Elena e successivamente in una casetta presso la chiesa di Our Lady of Sorrows. Ho cominciato da allora a conoscere Carmelo. Piu tardi, quando egli si diede alla ristorazione, aprendo tra l’altro il Carmelo’s in West Vancouver, il Sortino’s in Commercial Drive e il Bellini in Gastown, amici ed estimatori non furono affatto sorpresi nell’assistere alla sua trasformazione da artista del cibo in artista del pennello. Come non ricordare, di oltre due decenni fa, quella sua prima esposizione al Centro culturale italiano?
Un’esplosione di forme stupende, linee sinuose, straordinarie sfumature di colore nei suoi dipinti di frutta! E come non poteva essere? Il cibo è sempre stato essenziale per me… è stato il mio percorso per uscire dalla povertà afferma tuttora con orgoglio e schiettezza il siculo-canadese Sortino, nella sua duplice veste di artista e di chef. Passion for Fruit, aveva titolato tempo fa un suo website d’arte, e Creative cuisine, catering, and consulting la contemporanea offerta dell’esperto di gastronomia.
Un percorso di lavoro impegnativo e in costante salita. Generoso, sempre pronto a dare una mano ai bisognosi, non è parco nemmeno con il dono delle sue stupende tele, che spesso regala a scopo di raccolta fondi per opere di bene.
Sortino ha avuto mostre personali in diversi paesi del mondo, gallerie d’arte lo rappresentano in California, in Korea, alle Hawaii, e naturalmente a Vancouver, dove ha tra l’altro contribuito con la moglie, la raffinata pittrice Jennifer-Goodwill Sortino, all’originale esposizione 4×4, promossa dall’artista e sponsor Shannon Belkin con la partecipazione dello scultore riciclatore Davide Pan.
A proposito dell’arte di Carmelo Sortino, Davide dice che per leggere i dipinti di Carmelo occorre conoscere Carmelo nella sua composita vivace personalità. Non si può dissociare il fantasioso pittore dall’appassionato chef, in ogni caso tenendo presenti calore e colori della terra di Sicilia che gli ha dato i natali. In anni recenti Carmelo e Jennifer hanno scelto di vivere e lavorare a Sechelt, nella spettacolare Sunshine Coast, dove, nel loro Fine Art Studio di Norwest Bay Road, sono felici di accogliere amici ed estimatori.
(website: carmelosortino.com)

Share on facebook
Facebook
Share on google
Google+
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on pinterest
Pinterest

Leave a Reply

avatar
  Subscribe  
Notify of
Annies PlaceAnnies PlaceAnnies Place
ADVERTISEMENT

Latest News