Immaginare un grande ombrello comune per le comunità di italiani nel mondo

20181009_101650Nei giorni scorsi a Toronto su iniziativa della Delegazione Canadese il C.T.I.M. ha celebrato i 50 anni dalla sua fondazione organizzando una tavola rotonda con l’obiettivo di ricordare la figura di Mirko Tremaglia, Ministro per gli Italiani nel mondo e padre della legge sul voto per gli italiani all’estero. Per l’occasione è giunta dall’Italia una delegazione del Ctim, guidata dal Segretario Generale, Roberto Menia, da Dallas con il Presidente Vincenzo Arcobelli e da Bergamo con Andrea Tremaglia, nipote del fondatore del Comitato.
Tra i relatori esponenti dei Comites, del mondo legato all’associazionismo e all’università, con anche figure distanti ideologicamente da Tremaglia ma che non hanno mancato di tratteggiarne gli aspetti oggettivi legati alle grandi battaglie per l’emigrazione, come Antonio Nicaso, Odardo Di Santo, Rocco Di Trolio (Consigliere Cgie), Michela Di Marco (Presidente Comites Toronto), Alberto Di Giovanni, Umberto Manca, Gino Bucchino, Giovanna Giordano (Presidente Comites Montreal), Ezio Bortolussi (Presidente Comites Vancouver), Joe Volpe, Giovanna Tozzi, alcuni dei quali assenti fisicamente non hanno mancato di far giungere un caloroso messaggio.
Quale fu la grande intuizione di Mirko Tremaglia? “Immaginare un grande ombrello comune per le comunità di italiani nel mondo, ha osservato Menia, mirare a una sostanziale integrazione dei nostri connazionali oltreconfine con la madrepatria, fare avvicinare le comunità italiane all’Italia per rendere esplicite le grandi opportunità che si aprono in termini politici, culturali ed economici tra il nostro Paese e il Paese di immigrazione italiana, grazie proprio agli italiani all’estero”.
Al margine della manifestazione alcuni connazionali sono stati insigniti con degli attestati di benemerenza.
Tra gli insigniti il Presidente del Comites di Vancouver, cav. Ezio Bortolussi a nome del quale il consigliere del C.G.I.E. Rocco Di Trolio ha ritirato la pergamena, in quanto il cav. Bortolussi, per motivi familiari non e’ potuto essere presente.
Carlo Consiglio

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s