Burnaby é stata classificata la città migliore gestita del Canada

web1Marco Polo Parlarci un po’ del tuo background professionale…
Pietro Calendino Sono nato a Mangone, un paesino della Calabria in provincia di Cosenza. Come tantissime altre famiglie, la mia emigrò in Canada nel 1959. Mentre emigrare per me e i miei fratelli non fu tanto traumatico, per mia madre significò abbandonale gli affetti del paese, e nei primi anni in Canada sognò di ritornare nel paese nativo. In Italia avevo appena completato le scuole medie, ma allora gli studi del paese d’origine qui in Canada non venivano considerati affatto. Fui messo in una classe allora chiamata di “Nuovi Immigrati” con una trentina di alunni di varia età e di varia preparazione, con un solo insegnante e nessun assistente. Dopo un paio di mesi, con la poca conoscenza della lingua inglese che avevo, ma con qualche frase in più, andai dal preside a mi feci trasferire nella scuola secondaria di Britannia. Di nuovo la mia limitata conoscenza dell’inglese incise sul mio inserimento. Fui piazzato nell’ottava classe o terza media, che si mostrò molto inferiore alla mia capacità. Non soddisfatto, dopo tre mesi chiesi di trasferirmi in una classe adatta alla mia età e alle mie capacità. Con mio gradimento fui accontentato e così riuscii a completare le scuole superiori in 3 anni. Dopodiché m’iscrissi all’università e completai prima il diploma (bachelor) poi il Master in lingue e letterature romanze o latine presso la UBC. Dopo il Master ottenni un posto di assistente all’università della Carolina del Nord, dove m’iscrissi agli studi per il dottorato in Lingue e Filologia. Sfortunatamente, quando completai gli studi, i prerequisiti per l’iscrizione della seconda lingua all’università furono eliminati, così sparirono migliaia di posti accademici. Allora decisi di ottenere il certificato di abilità all’insegnamento nelle scuole superiori. Insegnai lingue, matematica, storia e geografia per 30 anni e negli ultimi anni anche inglese come seconda lingua (ESL). Come insegnante mi dedicai anche al volontariato nella mia associazione di professionisti che si occupava di corsi di aggiornamento e di formazione. Fui eletto tesoriere a poi presidente dell’Associazione di Professori di Lingue Moderne della British Columbia. Contemporaneamente fui cofondatore e poi presidente dell’Associazione di Lingue Materne della British Columbia e cofondatore dell’associazione per l’insegnamento della lingua italiana del dopo scuola chiamata CASI. Sotto queste vesti dal Ministero della Pubblica Istruzione della BC mi accinsi a fare riconoscere l’italiano come lingua d’insegnamento nelle scuole pubbliche. Fui collaboratore anche dell’Associazione Multiculturale di Burnaby, ed occupai le cariche di vice presidente del Congresso Nazionale degli Italo Canadesi, di membro dell’Associazione Toscani nel Mondo e dell’Associazione Culturale Calabrese. Più recentemente mi dedico ad associazioni dirette a migliorare i servizi e lo stato di salute degli anziani a Burnaby, come l’ente Voice of Burnaby Seniors e la commissione Healthy Community Partnership. Faccio anche volontariato a favore degli anziani che si trovano da soli e che hanno problemi di mobilitazione tramite il Citizens Support Services di Burnaby. Nella nostra collettività, oltre alle associazioni già menzionate, sono membro del COMITES, organo consultativo votato dagli italiani della BC, dell’Alberta e dello Yukon. Quando trovo un po’ di tempo libero mi unisco ad un piacevolissimo gruppo di bocciofili al Confederation Park dove trascorriamo moltissime delle serate estive all’aperto. Per concludere, tanti anni fa mi misi in politica non tanto per passione, ma più per togliermi di dosso un amico e vicino di casa che insisteva di voler introdurre una voce italiana nella politica di Burnaby. L’idea fu geniale, ma io non mi sentivo pronto a questo passo e rifiutai varie volte. Purtroppo l’amico continuò ad insistere e dopo vari mesi, mi arresi, con mia sorpresa fui nominato candidato al Consiglio Scolastico di Burnaby e qualche mese dopo fui eletto. Probabilmente la collettività italiana s’aspettava questa voce e mi sostenne continuando a sostenermi tutt’ora. Per tre anni feci il Consigliere Scolastico, di cui due come presidente. Dopo quell’esperienza fui eletto come MLA deputato e Vice Ministro. Dopo quell’esperienza sono ritornato ad occuparmi di politica locale e sono stato eletto varie volte risultando primo eletto come consigliere del Comune di Burnaby. Mi auguro che in queste nuove elezioni comunali del 20 ottobre prossimo i nostri connazionali possano sostenermi ringraziandoli ancora una volta per la fiducia che in tutti questi anni hanno risposto sulla mia umile persona.
Marco Polo Pietro Calendino, da quanti anni vivi in Burnaby?
Pietro Calendino Vivo a Burnaby da 45 anni, sempre nel rione di Nord Burnaby, Heights/Capitol Hill.
Marco Polo Cosa ami di più di Burnay? Quali sono le tue 10 cose preferite di Brnaby? Per piacere cerca di entrare nei dettagli.
Pietro Calendino Nominare 10 cose di Burnaby che preferisco sono molte. Peró non si puó sbagliare se comincio con i magnifici parchi e spazi verdi di cui tutti godiamo. Chi non é stato a un picnic al Confederation Park le domeniche di luglio e agosto? Migliaia di connazionali vengono a degustare pasta, salsicce, carne, polenta, trippa e naturalmente il buon vino di casa. La cucina per noi italiani è una grandissima fetta della nostra cultura ed è bello degustarla anche nei parchi. Poi ci sono i negozi alimentari e i vari caffè e ristoranti di Hastings: una vera gioia per tutti. Non sarei onesto se non menzionassi i servizi eccezionali offerti dal comune. Burnaby é l’unica municipalità che raccoglie gratuitamente tutti gli arredamenti e elettrodomestici in disuso con una semplice telefonata all’Ufficio della Sanità (Sanitation department). Deve anche essere sottolineata la sicurezza urbana. Non abbiamo guerre di clan criminali come succede in altre città. Un altro elemento economico positivo è che il Comune di Burnaby non ha debiti, e il fatto che le riserve monetarie siano in positivo permette di usare parte degli interessi ricavati per ridurre le imposte sulla proprietà (Tax Property) e di prestare servizi, come per esempio centri comunitari, piscine, biblioteche, piste di ghiaccio etc. L’ultima novità è il nuovo viale pedonale di Willingdon Avenue. Bello poter passeggiare da Hastings fino a Brentwood senza che il traffico automobilistico debba per forza influenzare la nostra passeggiata. Sono anche contento della presenza di un’università (Simon Fraser University) e di un Istituto Tecnico (BCIT) fra i migliori del Canada. Codesta cosa dà un enorme vantaggio nell’attrarre investimenti che creano posti di lavoro a Burnaby. Sono fiero anche del fatto che abbiamo un sistema di pubblica istruzione innovativo ed eccezionale che si pone come obiettivo primario lo sviluppo non solo accademico dell’alunno, ma anche quello sociologico e mentale. Infine non posso tralasciare le due linee di metropolitana (Skytrain) che attraversano la città e che facilitano il movimento di decine di migliaia di persone al giorno riducendo così la circolazione automobilistica nelle strade di Burnaby.
Marco Polo Più su uno stretto profilo personale, quali sono fino adesso i punti più alti raggiunti nella tua vita?
Pietro Calendino L’aver conseguito le mie lauree. Ovviamente anche l’aver ottenuto la fiducia del pubblico per tanti anni ed avere raggiunto l’apice della politica con l’essere stato eletto Deputato Regionale con nomina a Segretario Parlamentare al Ministro della Piccola Industria, Commercio, Arte e Cultura (simile a Vice-Ministro in Italia). Sono anche molto fiero nell’essere stato nominato Cavaliere Della Repubblica alcuni anni fa e di avere ricevuto la Medaglia del Giubileo della Regina Elisabetta.
Marco Polo Cosa cambieresti se fossi eletto di nuovo? Tu sei pronto per essere rieletto. Se vincerai, cosa vorresti cambiare col nuovo mandato?)
Pietro Calendino Secondo la rivista McLean, Burnaby é stata classificata la città con la migliore gestione di tutto il Canada. Non penso che il comune abbia bisogno di cambiamenti drastici. Nel nuovo mandato bisognerà fare più attenzione al tema di alloggio. Preciso che questo non é un fenomeno unico a Burnaby. Infatti é una crisi globale dovuta al movimento migratorio. Rimediare alla scarsità di alloggi non è cosa facile, ma sono ottimista e la nuova legge provinciale ci permetterà di introdurre nuove normative che imporranno ai costruttori la sostituzione di nuovi alloggi con quelli demoliti, almeno nello stesso numero se non di più. Stiamo anche collaborando con i governi regionale e federale per aumentare le unità di affitto con prezzi moderati pensando alla gente bisognosa. A questo scopo il comune mette a disposizione terreni e parte del capitale che deriva dal fondo alloggio contribuito dai costruttori in cambio dell’incremento di densificazione dei loro progetti. Per progetti edilizi senza scopo di lucro il comune continuerà a dare l’esenzione per i servizi comunali come gli allacci dell’acqua e delle fogne. Per concludere, il comune dovrà aumentare il proprio intervento nel facilitare la costruzione di alloggi a basso costo, e cii stiamo già avviando in quella direzione.
Marco Polo In quali commissioni o assessorati hai partecipato come consigliere comunale?
Pietro Calendino Da consigliere ho servito in quasi tutte le commissioni. Cito quelle del momento.
Ho la presidenza della commissione della Pubblica Sicurezza e di quella dei Rapporti Internazionali e Gemellaggi. Sono membro delle commissioni delle Finanze, dello Sviluppo Sostenibile della Città, della Fraser Health Council Advisory Committee (una specie delle ASL in Italia). In più sono Rappresentante del Consiglio verso i sindacati dei dipendenti comunali (CUPE), verso la Polizia, i Vigili Urbani, ed il Consiglio Scolastico. Sono anche membro del Consiglio della Biblioteca Pubblica di Burnaby. Infine sono Vice-Direttore del Consiglio del Metro di Vancouver.
Marco Polo Come pensi verrà amministrata in futuro Burnaby? O non credi che la città dovrebbe essere amministrata in maniera diversa?
Pietro Calendino Credo che questa amministrazione ad impronta Burnaby Citizens Associations (BCA) debba continuare sulla strada che l’ha portata al punto in cui è oggi, e magari considerare qualche piccola correzione per rispondere alle nuove esigenze. Faccio presente che buona parte delle riserve finanziarie nei prossimi anni è già stata stanziata a progetti di lavori pubblici. Infatti nei prossimi 10 anni serve circa un miliardo di dollari per rifare le infrastrutture comunali. La prudenza fiscale della corrente amministrazione BCA dà il vantaggio di non dover prendere in prestito questi fondi dalle banche e di non dover pagare interessi. Il risultato sarà tutto a favore dei suoi residenti i quali pagheranno meno imposte anno dopo anno. È normale che in tempo di elezione l’opposizione di solito fa tante promesse che poi non potrà mantenere senza incidere sul livello di tassazione che inevitabilmente aumenterebbe. Per mantenere le tasse al minimo è fondamentale mantenere un buon livello di riserve monetarie. Se queste vengono esaurite in breve termine, la tassazione dovrà incrementare astronomicamente per mantenere i servizi allo stesso livello a cui siamo abituati.
Marco Polo Pensando alla politica, in futuro cos’è che pensi sia la migliore soluzione per la British Columbia?
Pietro Calendino Adesso mi costringe ad esprimere ad un’opinione che esula il ruolo della mia competenza locale, municipale. Spero comunque che per il bene di Burnaby e dei suoi cittadini (e per evitare una catastrofe ambientale) il progetto a favore dell’oleodotto Trans Mountain continui ad esser bocciato dalla Corte Suprema. Secondo me la conservazione di un ambiente sano e pulito dovrebbe essere lo scopo primario di tutti i governi e della società. Oggi esiste la tecnologia, il know-how, per creare quella sostenibilità ambientale che potrebbe fornire la base per la sostenibilità economica e sociale di un pianeta verde a salubre. Il futuro e la salute dei nostri figli dipende dalla nostra attenzione all’ambiente. Il cambiamento climatico ed il riscaldamento globale sono ormai una realtà e stanno causando fenomeni distruttivi in tutto il mondo, come gli incendi forestali in BC e gli uragani e le trombe d’aria più frequenti e più disastrosi nel resto del mondo. Certo è essenziale dar fiato all’economia se vogliamo mantenere il tenore di vita corrente. Per questo si deve creare un clima politico invitante agli investimenti ma che presti un occhio particolare alla protezione dei diritti umani e sociali e dell’ambiente.
Marco Polo Quali sono i punti politici più salienti che secondo il tuo punto di vista dovrà affrontare Burnaby nei prossimi 5 anni?
Pietro Calendino Riuscire a superare la crisi degli alloggi e implementare un piano nuovo per la circolazione. Per il resto credo che il comune sia in buono stato di salute.
Marco Polo Se a Burnaby potessi cambiare una cosa, quale sarebbe?
Pietro Calendino Far sparire i serbatoi di petrolio dalle falde della collina di Burnaby (Burnaby Mountain) dal porto di Westridge e bloccare l’oleodotto Trans Mountain.
Marco Polo A tuo avviso di cos’è che gli elettori di Burnaby debbono stare attenti?
Pietro Calendino Bisogna stare attenti alle troppe promesse fatte durante la campagna elettorale, particolarmente dai partiti o candidati dell’opposizione, e scegliere un’amministrazione che possa garantire stabilità e continuità di servizi come fanno i candidati di Burnaby Citizens Association. Congelare le imposte per qualche anno come promesso dai candidate dell’opposizione è irrealizzabile perché così facendo dovrebbero poi raddoppiare o triplicare le imposte mancanti. Purtroppo questa è l’esperienza di molte municipalità che in passato hanno congelato le tasse cercando di mantenere gli stessi servizi. Semplicemente impossibile.
Marco Polo C’è qualcos’altro vorresti dire altro ai nostri lettori?
Pietro Calendino Vorrei dire ai lettori che il voto è un privilegio e deve essere esercitato ogni volta che se ne presenta l’occasione. Naturalmente sarei grato a tutti se il 20 ottobre di nuovo, assieme ai miei colleghi nella mia stessa lista della BCA, mi dessero la loro preferenza.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...