Oscar 2018: miglior film “La forma dell’acqua”

È La forma dell’acqua – The shape of water di Guillermo del Toro il vincitore della 90^ edizione degli Oscar. Ancora una volta la Mostra del cinema di Venezia è stata anticipatrice delle mosse dell’Academy of Motion Picture Arts and Sciences: la storia d’amore fantasy del regista messicano era stata infatti incoronata Leone d’oro 2017.
Nella notte italiana tra domenica 4 marzo e lunedì 5 marzo, sul palco del Dolby Theatre di Los Angeles, l’immaginifico bambinone celebrato autore de Il labirinto del faunoha vinto le sue prime statuette: per del Toro miglior film e migliore regia, due Oscar pesantissimi che negli ultimi cinque anni non erano mai ricaduti sullo stesso lungometraggio. La forma dell’acqua – The shape of water ha vinto in tutto quattro Academy Award (anche per la scenografia e la colonna sonora del solito compositore francese Alexandre Desplat), in un’edizione senza un asso pigliatutto.
L’Italia fa festa con Chiamami col tuo nome di Luca Guadagnino, che vince l’Oscar per la migliore sceneggiatura non originale di James Ivory. (Qui le nostre previsioni e qui tutte le nomination).
Ecco tutti i vincitori degli Oscar 2018.

Miglior film
La forma dell’acqua – The Shape of Water di Guillermo del Toro
Migliore regia
La forma dell’acqua – The Shape of Water di Guillermo del Toro
Migliore attrice protagonista
Frances McDormand in Tre manifesti a Ebbing, Missouri
Migliore attore protagonista
Gary Oldman in L’ora più buia
Migliore attrice non protagonista
Allison Janney per I, Tonya
Miglior attore non protagonista
Sam Rockwell per Tre manifesti a Ebbing, Missouri
Migliore sceneggiatura originale
Scappa – Get out scritto da Jordan Peele
Migliore sceneggiatura non originale
Chiamami col tuo nome scritto da James Ivory
Miglior film in lingua straniera
Una donna fantastica di Sebastián Lelio (Cile)
Miglior film animazione
Coco di Lee Unkrich e Darla K. Anderson
Miglior documentario
Icarus di Bryan Fogel e Dan Cogan
Miglior fotografia
Blade Runner 2049 – Roger A. Deakins
Migliori effetti speciali
Blade Runner 2049 – John Nelson, Gerd Nefzer, Paul Lambert e Richard R. Hoover
Miglior montaggio
Lee Smith per Dunkirk
Migliore scenografia
La forma dell’acqua – The shape of water, Production Design: Paul Denham Austerberry; Set Decoration: Shane Vieau e Jeff Melvin
Migliori costumi
Il filo nascosto – Mark Bridges
Miglior trucco
Kazuhiro Tsuji, David Malinowski e Lucy Sibbick per L’ora più buia
Miglior sonoro
Richard King e Alex Gibson per Dunkirk
Migliore colonna sonora originale
La forma dell’acqua – The shape of water – Alexandre Desplat
Migliore canzone
Remember Me dal film Coco (Musica e testi: Kristen Anderson-Lopez e Robert Lopez)
Miglior corto animato
Dear Basketball di Glen Keane, scritto da Kobe Bryant
Miglior corto documentario
Heaven is a Traffic Jam on the 405 di Frank Stiefel
Miglior cortometraggio
The Silent Child di Chris Overton, scritto da Rachel Shenton

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...