UNA SERATA DI ALLEGRIA: LA COMPAGNIA BACCALÀ AL CULTCH

Di Anna Ciampolini Foschi

Cosa accade quando un ragazzo siciliano con la passione del circo e del teatro dei clowns incontra una ragazza italo-svizzera dall’ irresistibile vena comica e dalla incredibili doti acrobatiche? Così si è formato il sodalizio artistico e personale fra Simone Fassari e Camilla Pessi, due professionisti con alle spalle una solida formazione artistica e anni di esperienza professionale con il Circo Monti e altre prestigiose istitutzioni internazionali come Espace Catastrophe di Bruxelles, due ragazzi che hanno messo in scena spettacoli che hanno fatto il giro del mondo. Simone e Camilla, che si erano conosciuti al alla Scuola Teatro Dimitri in Svizzera, si erano ritrovati dopo diversi anni, con una carrier avviata che tutti e due si erano costruiti intanto nei circhi e cabaret di mezzo mondo, e hanno dato vita a un progetto artistico. Hanno anche avviato la loro storia personale fino dal 2004, quando Camilla accettò di sostituire la compagna acrobata di Simone che aveva allora lasciato la compagnia. Quattro anni dopo, si è aggiunto anche Vittorio Fassari , musicista, artista di teatro e buon amico dei due protagonisti. Simone e Camilla sono arrivati a Vancouver con il loro ultimo spettacolo Pss Pss della loro Compagnia Baccalà, presentato il 20 febbraio al Cultch-York Theatre nel cuore di Commercial Drive, e hanno regalto al pubblico una esilarante escursione nellla dimensione della physical comedy, dove confluiscono echi e temi del teatro dei pagliacci circensi, dei grandi comici dell’ era del film muto e del teatro dei mimi. Pss Pss e’ una creazione dei due fondatori della compagnia ed è la prima produziona di lunga durata, circa un’ ora, presentata dalla Compagnia, con la collaborazione del direttore Louis Spagna. È stata rappresentata più di 700 volte in oltre 50 nazioni del mondo e in cinque continenti, riscuotendo enorme successo. Sulla scena spoglia, loro due nelle vesti di clown acrobatici, ma senza i lustrini tradizionali dei costumi classici, anzi con panni che sembrano raffazzonati all’ ultimo momento. All’inizio, nelle loro gabbanelle grigie e cappellucci flosci, Simone ricorda perfino la maschera artistica di Totò e Camilla mostra echi lontani di Gelsomina, la girovaga felliniana in “La Strada”. Le vignette richiedono tutte una eccellente capacità acrobatica ed espressiva. Con uno sbarrare di occhi, con una contrazione o un rilasciamento del corpo, i due esprimono una gamma di emozioni e rappresentano situazioni e atteggiamenti del quotidiano, solo resi con irresistibile comicità. La loro perfetta coordinazione e l’ indubbia prestanza atletica che consente loro di affrontare complicati esercizi e volteggi si dipanano durante lo spettacolo che offre un divertimento genuino, pulito, una escursione nello spazio della fantasia, dell’ ironia bonaria e della dimensione magica che il teatro dei clowns propone, facendoci riconoscere nei nostri atteggiamenti e nei nostri piccolo difetti nelle interazioni che vediamo in palcoscenico. All’ inizio di Pss Pss, Simone e Camilla si contendono una mela, fra sotterfugi e dispettucci. Durante lo spettacolo, si mescolano al pubblico sia per trasportare goffamente una scala sia per dar vita a una divertente scenetta di gelosia, che coinvolge gli spettatori in sala. Fra gli sponsors di Pss Pss figura anche il Centro Culturale Italiano. Lo spettacolo va in scena dal 20 febbraio al 4 marzo ed è adatto a tutte le età, infatti i molti bambini in sala erano esilarati come gli adulti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...