Festa presso Apollo Sheet Metal

Per le aziende canadesi le feste natalizie sono un’ottima un’occasione per dimostrare il loro riconoscimento ai loro dipendenti, clienti, colleghi e professionisti in qualche modo collegati al successo dell’azienda. Sulla scia di questa trdizione, ogni anno, e con un giorno d’anticipo, il signor Antonio Paris, fondatore ed ex-direttore generale dell’azienda già semi pensionato ma sempre dominante nell’esercizio ai suoi giovani 85 anni, ha prepara la porchetta. Il giorno designato don Antonio ha incominciato la sua giornata alle 5 del mattino per preparare la porchetta, la salsa e tutto il resto per il successo anche gastronomico che ha avuto l’evento. E si assicura che tutto è in ordine. Più tardi, famiglia e parenti, amici e dipendenti, si accingono a sgombrare e riordinare la zona centrale del grande stabilimento in riva al fiume Fraser a Coquitlam per convertirla a zona mensa. I macchinari vengono nascosti dietro un recinto di cartone, e due angoli cottura per pasta e per grigliati vengono allestiti, mentre i tavoli vengono preparati vicino all’entrata, dove si trova anche un enorme Pinocchio di metallo zincato per la raccolta fondi che poi viene inoltrata per beneficenza al Children Hospital. Per mezzogiorno tutto è pronto. Ma nel frattempo un piccolo esercito di amici e parenti collaboratori hanno preparato agnello allo spiedo, salmone e salsicce grigliati, la porchetta, pasta al pomodoro ed alla siciliana, affettati e insalata ed una forma intera di parmigiano per contorno. Insomma una tavolata degna di nobiltà  che piano piano riempirono la mensa improvvisata anche se ben progettata. Naturalmente questi cibi prelibati furono accompagnati da un abbondanza di buon vino, birra, bibite, caffè espresso e canadese, e buona frutta. La nobiltà commensale (di palato m’intendo) era composta da parenti, dipendenti, amici, clienti, associati, fornitori, tecnici, imprenditori, contrattori, con alcuni diplomatici e politici nella mischia. Insomma, centinaia di invitati fecero un vai e vieni per tutto il pomeriggio fino a scuro profondo o fino a quando tutta la roba venne consumata. Il Sig. Paris, al momento sofferente di sciatica, con molta premura ed attenzione si dedico’ a dare un giro dell’azienda al Console Generale Iacchini ed al sottoscritto mostrando e spiegando il funzionamento dei macchinari e l’utilizzo dei prodotti, fieramente indicando le sue invenzioni ed innovazioni. La generosità del Sig. Paris non finisce qui. Per i suoi dipendenti la giornata finisce a mezzogiorno, e se si presentano per il fastoso pranzo hanno anche diritto a busta paga piena per la giornata. Se si assentano invece perdono giustamente la mezza giornata. Devo ammettere che il sottoscritto ha partecipato a molti di questi eventi ma quello di Antonio Paris e la sua azienda è incomparabile tanto per qualità quanto per quantità, senza menzionare poi l’aspetto benefattore dell’evento. Complimenti al Signor Antonio Paris ed alla sua azienda non solo per le splendida giornata all’italiana, ma come appena detto, anche per l’opera di beneficenza allegata alla festa. Ogni anno l’azienda versa intorno ai 10 mila dollari o più all’ospedale di bambini di Vancouver.
Per conoscenza, Apollo Sheet Metal si specializza in tubatura di lamiera zincata per aria condizionata e riscaldamenti a livello industriale ed il Chlildren Hospital fu uno dei suoi progetti, per questo il legame.
Grazie Antonio ed all’anno prossimo!
Pietro Calendino

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s