Second Week of the Italian Cuisine in the World

On the 20th of November the presentation took place at the Italian Cultural Centre of the Second Week of the Italian Cuisine in the World by the Consulate General of Italy in Vancouver, in collaboration with Italian Cultural Centre Vancouver and the Italian Chamber of Commerce in Canada West. The aim of the Week, organised for the second time is to celebrate Italian culinary traditions as an important part of Italian identity and culture. To officiate the launch were Dr. Massimiliano Iacchini, General Consul of Italy, Mauro Vescera, Executiv Director IL CENTRO Italian Cultural Centre Vancouver and Ilaria Baldan Executiv Director Italian Chamber of Commerce Canada West. During the evening Culinary and Hospitality Institute F. Datini of Prato was in Vancouver together with staff and students from R. Levi Montalcini School of Tourism of Acqui Terme Piedmont as part of the larger Made in Italy project. Both schools presented and amazing culinary showcase of authentic products from Tuscany masterfully transfomed into a multi-course dinner.
This is an initiative led by the Italian Ministry of Foreign Affairs and International Cooperation, the Ministry of Agriculture, Food and Forestry, the Ministry of Economic Development, the Ministry of Education, Universities of Research, The Italian Trade Agency ICE, the associations of chambers of commerce Unioncamere and Assocamerestero and many more, declared in his speech dr Massimiliano Iacchini General Consul of Italy. An initiative involving 105 countries worldwide with over 1,000 projects aimed at promoting the Made in Italy brand abroad. A key objective is to raise awareness of Italy’s agricultural food production and wine, and to validate Italian know-how. We tie the great theme of the kitchen to the one of our producers work, a trait that makes Italy unique model in the world. Because when we tell one dish, tell the story of those who carried it, of an area, the quality of raw material the General Consul Of Italy Massimiliano Iacchini explained. This week also represents an important opportunity to learn to recognize, and to protect, Made in Italy, said Ilaria Baldan Executiv Director Italian Chamber of Commerce Canada West.
The world market is constantly struck by food piracy. It improperly uses the Italian colors, names, locations and images, creating a big fake in the world. For this the second week of the Italian cuisine in the world plays a key role to recognize and protect the products made in Italy, and to fight imitations consciously buying original products.

 

 

Il 20 novembre 2017 la presentazione è avvenuta presso il Centro Culturale Italiano c’è stata la presentazione della Seconda Settimana della Cucina Italiana nel Mondo organizzata dal Consolato Generale d’Italia in Vancouver con la collaborazione con il Centro Culturale Italiano di Vancouver e la Camera di Commercio Italiana del Canada dell’Ovest.
L’obiettivo della settimana, organizzato per la seconda volta, è celebrare le tradizioni culinarie italiane come una parte importante dell’identità e della cultura italiana. A officiare il lancio sono stati il Dr. Massimiliano Iacchini, Console Generale d’Italia, Mauro Vescera, Direttore Esecutivo del Centro Culturale Italiano di Vancouver, e Ilaria Baldan, Direttore Esecutivo della Camera di Commercio Italiano di cui prima, ruolo chiave per riconoscere e proteggere i prodotti Made in Italy e combattere le imitazioni acquistando consapevolmente prodotti originali. Durante la serata l’Istituto Culinario e Ospitalità Francesco Datini di Prato è stato a Vancouver insieme al personale e agli studenti della Scuola di Turismo Rita Levi Montalcini di Acqui Terme in Piemonte nell’ambito del più ampio progetto Made in Italy. Entrambe le scuole hanno presentato un sorprendente show culinario di prodotti autentici della Toscana trasformati magistralmente in una cena a più portate.
Nel suo discorso, il Console Generale d’Italia Massimiliano Iacchini nel suo discorso ha dichiarato che quest’iniziativa è stata promossa e guidata dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, dal Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, dal Ministero dello Sviluppo Economico, dal Ministero dell’Istruzione, dalle Università della Ricerca, dall’Ice, dalle associazioni di camere di commercio Unioncamere e Assocamerestero e molti altri. Un’iniziativa che coinvolge 105 paesi in tutto il mondo con oltre 1.000 progetti volti a promuovere il marchio Made in Italy all’estero. Un obiettivo chiave è quello di aumentare la consapevolezza della produzione agroalimentare italiana compresi i prodotti enologici di vini di eccellenza, e di convalidare il know-how italiano. Leghiamo il grande tema della cucina a quello dei nostri produttori, un tratto che rende l’Italia un modello unico al mondo.
Perché quando raccontiamo un piatto, raccontiamo la storia di chi lo trasportava, di un’area, della qualità della materia prima, ha continuato il dr. Iacchini.
Questa settimana rappresenta anche un’importante opportunità per imparare a riconoscere e proteggere il Made in Italy, ha dichiarato Ilaria Baldan. Il mercato mondiale è costantemente colpito dalla pirateria alimentare. Utilizza impropriamente i colori, i nomi, i luoghi e le immagini italiani, creando un grande falso nel mondo.
Per questo la seconda settimana della cucina italiana nel mondo gioca un ruolo chiave per riconoscere e proteggere i prodotti made in Italy, e per combattere coscientemente le imitazioni original products.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...