Benvenuto Presidente Mattarella

Di Maja Giannoccaro

Ad un giorno dai festeggiamenti dei 150 anni del Canada, il Centro Culturale Italiano ha avuto l’onore e il piacere di ospitare il Capo di Stato italiano, il Presidente Sergio Mattarella. Il direttore del centro Luca Citton é stato il primo a ringraziarlo per la sua presenza e per aver scelto tra le tappe canadesi Vancouver e il Centro come palcoscenico e auditorio. Questo evento È un messaggio positivo per la coesa comunitá italiana in questa cittá e provincia, perché ravvicina ulteriormente i connazionali alla Madre Patria, che proprio in questo luogo mantengono viva la cultura italiana e lavorano giornalmente nel raggiungimento di questa missione. Al microfono segue Rocco di Trolio, Presidente del CGIE, che ha delucidato nuovamente la situazione storica della migrazione italiana in quest’area dal 1800 ai giorni nostri, che vede i giovani italiani come migranti in cerca di lavoro. Sono proprio loro che nuovamente contribuiscono alla grandezza e alla crescita di questo paese. Sono loro a portare a casa storie, parole e memorie delle persone che oggi sono lontane da casa, rivelandosi cosí i veri ambasciatori nel mondo. Per questo sono motivo di orgoglio, perché con valore e dignitá a prescidendere dalla lingua e dalla religione si inseriscono in un multi culturalismo sociale avvalorando il messaggio di fratellanza e integrazione. É necesserio perció mantenere stretto il rapporto diplomatico e consolare perché é anche grazie a questo che i cittadini si sentono rispettati e legati alla patria. La parola passa al Console Generale Massimiliano Iacchini che ravviva il piú sentito ringraziamento per l’attenzione che il Presidente ha mostrato per questi italiani che vivono in questo istmo ovest del Canada. Nel 1986 il Presidente Francesco Cossiga venne per l’Esposizione Universale di Vancouver. Un ulteriore sentito ringraziamento é stato rivolto “Allo sforzo comune della squadra Italia” nell’intensificare le relazioni con le province di tutto il Canada occidentale. La conferma sono i progressi raggiunti nella scolarizzazione con l’avvio del programma di insegnanti e studenti delle scuole superiori tra Italia e BC, operativa nel programma scolastico ’17-‘18 e la crescita dell’esportazione che nel primo trimeste del 2017 ha registrato un incremento del 19% rispetto all’anno precendente. Il successo é un traguardo collettivo che vede coinvolti altri partner che giornalmente lavorano con il consolato, come l’ICC, il COMITES, il Consigliere del CGIE, la scuola Dante Alighieri; la Camera del Commercio italiana in Canda Ovest e l’Associazione dei Ricercatori italiani in West Canada e le associazioni regionali di Vancouver. Il Presidente Mattarella ora riceve l’attenzione di un gremito auditorio. Non potevo non venire su questa parte della costa al termine di questa visita, dopo essere stato ad Ottawa, Montreal e Toronto perché voglio esprimervi la simpatia e l’entusiasmo che c’é tra i due paesi e di certo la collaborazione e la vitalitá italiana distinguibile in tutte queste cittá. Con un’unico abbraccio abbiamo canatato i due inni, a voler simboleggiare la garanzia del legame tra i due paesi, infatti non ci sono temi politici, economici e commerciali dove i due paesi non si trovino d’accordo, perché l’intreccio umano é il vero punto di eccelenza di questo rapporto. Con toni umanistici il Presidente ha riconosciuto i sacrifici e la determinazione di tutti gli italiani che hanno costruito giornalmente il futuro per se stessi e le loro famiglie e del ruolo principale svolto dalla comunitá nella cultura, nell’economia e nella crescita del Canada. La forza principale e risultato di questa amicizia é il vostro cuore e di questo l’Italia ve ne é riconoscente: per la storia che rappresentate in queste province. Storia di lavoro, protagonismo, sintonia e comunanza di vedute che sono tenute insieme da legami umani e di cui voi ne siete l’elemento principale e per questo voglio esprimervi l’affetto di tutta l’Italia nei vostri confronti e la riconoscenza per la vostra storia, per quella dei giovani che ancora arrivano. Grazie per essere qui, grazie per quanto fate e auguri a tutti. L’evento é stato terminato con la cerimonia di Attribuzione del Presidente della Repubblica al signor Luigi Aquilini del Cavalierato del Lavoro, presentato dall’Ambasciatore Claudio Taffuri. La storia di quest’uomo e della sua sua famiglia sono l’esempio e la verdicitá di quanto é stato detto durante la serata. Grazie Signor Presidente per everci omaggiato con la sua presenza.
Di Maja Giannoccaro

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...