Marco Polo in diretta su RAI2 Italia

Caterpillar di Radio 2 intervista il nostro giornale il 31 gennaio 2017
Caterpillar: Al telefono con noi c’è Roberto Fasciana, il rappresentante del Marco Polo, settimanale in lingua italiana di Vancouver, Canada. Buongiorno. Buonanotte da lei (a Vancouver sono le 10 di sera).
Fasciana: Buongiorno a voi.
Caterpillar: Al di là della tragedia nella moschea di Montreal questo dimostra che in realtà lo spirito di accoglienza non alberga in tutti i canadesi.
Fasciana: Una mela non sempre guasta tutte le altre. In realtà il Canada è una nazione di immigrati; il senso dell’essere canadesi è quello dell’immigrazione. Il Canada è una nazione multiculturale e multietnica, e venendo meno questi valori verrebbe anche meno il senso stesso dell’esistenza del Canada. Purtroppo è inevitabile che anche da noi ci possa essere qualche deviato, qualche pazzo o cretino.
Caterpillar: Però rispetto agli Stati Uniti, dove le stragi di questo tipo sono molto frequenti, in Canada si parla poco di sparatorie, lì non vi sono le armi che circolano negli Stati Uniti.
Fasciana: In Canada il controllo delle armi ha la stessa attenzione che ha in Italia, in Europa. Qui la legge non permette, come negli Stati Uniti, di usare l’arma da fuoco come difesa personale. Qui non siamo come nel Far West.
Caterpillar: I canadesi come hanno preso l’arrivo di Trump? Al riguardo della politica di Trump contro le nuove immigrazioni, Trudeau, il nuovo giovane, affascinante premier canadese è stato molto esplicito nel dire “Oh, se Trump non vi vuole venite da noi”.
Fasciana: La politica canadese è stata sempre contrassegnata dall’immigrazione, dell’apertura; nel costruire ponti e non muri. Una filosofia fondamentalmente diversa di quella che oggi offre Trump. Addirittura i suoi sistenitori, per giustificarlo, sostengono che Trump non ha fatto altro che riprendere dei temi cari a Clinton ed Obama. Niente di più falso. È vero che, come tutti i paesi occidentali, anche gli Stati Uniti hanno l’esigenza di combattere l’immigrazione illegale, ma essa si fa attraverso la cooperazione con i paesi coinvolti e non necessariamente costruendo muri, barriere.
Caterpillar: Come sarà la prossima copertina del Marco Polo?
Fasciana: Noi ci atterremo ai problemi inerenti la comunità italiana a cui il giornale è rivolto. Il giornale cerca di informare, sensibilizzare in particolar modo quegli italiani che non hanno molti mezzi all’informazione.
Caterpillar: Lei da quanti anni vive in Canada?
Fasciana: Da oltre 30 anni.
Caterpillar: Allora, in copertina cosa ci sarà, la foto di un italiano famoso?
Fasciana: Probabilmente. Di nuovo, noi cercheremo di sensibilizzare la comunità italiana anche per quello che sta succedendo, che riguarda anche il fenomeno Trump, un tema molto divisivo; non bisogna dimenticare che Trump ha anche molti sostenitori…
Caterpillar: Metà a favore e metà contro. Sembra però che un terzo dei canadesi sia contrario alla politica di accoglienza di Trudeau; quindi anche in Canada c’è un certo antagonismo politico.
Fasciana: Certo, anche il Canada ha i suoi conservatori e i suoi progressisti. Come in tutte le democrazie (vedi l’Italia con Salvini e la Lega) anche qui esite un mondo politico frastagliato.
Caterpillar: È il bello delle democrazie: che le idee siano tante e che si possano esprimere liberamente.
Fasciana: Ripeto, la base fondante del Canada è l’immigrazione senza la quale il Canada smette di esistere…
Caterpillar: Noi la salutiamo dicendo forza Toronto Raptors, la squadra di basket canadese dell’NBA
Fasciana: Noi a Vancouver abbiamo i Canucks, che giocano nell’NHL
Caterpillar: Viva il Marco Polo e arrivederci!
Fasciana: A voi auguro buona giornata.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...