Terremoto in Centro Italia: nuove forti scosse superiori a magnitudo 5

La terra oggi è tornata a tremare. E lo ha fatto per tre volte: alle 10,25 alle 11,14 e alle 11,25. Poi ha colpito ancora una quarta alle 14,33 nel Lazio, in Abruzzo e nelle Marche, ma anche in Sardegna, in Campania fino in Calabria. E fortunatamente senza fare vittime.

È stata 5,1 la magnitudo del primo terremoto avvenuto in mattinata nel’Aquilano. A renderlo noto l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv) alla luce dei calcoli che di routine vengono fatti dopo le prime stime, date in automatico. Confermate la magnitudo 5,4 del secondo sisma e la 5,3 del terzo. Mentre la quarta è stata intorno ai 5,1. Tutti altissimi, tutti avvenuti in un lasso di tempo ravvicinato e seguiti da più di 100 piccole scosse.

Scosse, queste, che non hanno lasciato tregua da quest’estate. La prima più devastante era stata quella del 24 agosto, poi una seconda il 30 ottobre 2016. Ma in quelle due date il terremoto aveva toccato magnitudo 6 e 6.5. Da allora lo sciame sismico non ha mai finito di colpire quei territori con migliaia di repliche. E nuove scosse. Qui, il punto giorno per giorno.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s