Germania-Italia 7-6, azzurri eliminati ai calci di rigore (6-5). Tedeschi in semifinale

Germania-Italia, ci risiamo. Si aggiunge un nuovo capitolo ad una storia infinita ed affascinante. I tedeschi non sono mai riusciti a vincere contro la formazione azzurra in una sfida degli Europei o dei Mondiali. In queste occasioni, sono infatti arrivate quattro vittorie per l’Italia, cui vanno ad aggiungersi quattro pareggi, sempre nella fase a gironi. Si può insomma dire che l’Italia del pallone costituisca un vero e proprio spauracchio per la Germania ed il remake di questa sfida è sempre tra i classici più amati da parte del pubblico, che non vede l’ora di rivivere serate come quella ormai celebre del 4-3 in Messico ’70.

Questa volta, le due squadre si contendono il passaggio alla semifinale di Euro 2016 e teatro dell’ennesima sfida sarà lo stadio di Bordeaux, nel sud-ovest della Francia. Conte propone l’ormai collaudato 3-5-2. Sturaro viene schierato a centrocampo a causa della defezione di De Rossi, per il resto la formazione è la stessa che ha battuto la Spagna agli ottavi.

PRIMO TEMPO:

La Germania inizia subito a fare la partita e tiene in mano il pallino del gioco ma l’Italia pressa, non se ne sta bassa ad aspettare i tedeschi. Il piano tattico di Conte prevede gli inserimenti dei centrocampisti, in particolare di Giaccherini e Parolo. Il centrocampista della Lazio, infatti, oggi gioca nel ruolo dell’infortunato De Rossi. Al 4’ chance per Giaccherini, che riceve in area e prova subito la girata deviata in angolo. Al 6’ Muller combatte al limite dell’area, ma viene fermato dal doppio intervento Bonucci-Parolo. Al 9’ primo corner per i tedeschi, Parolo è costretto a concedere l’angolo per evitare che Khedira si avventi sul pallone. La Germania è molto aggressiva e l’Italia se ne sta rintanata nella propria metà campo puntando sui lanci lunghi per Pellè ed Eder. Al 14’ timido tentativo di Florenzi verso la porta difesa da Neuer, che non intimorisce affatto l’estremo difensore del Bayern Monaco. Al 15’ Khedira è costretto a chiedere il cambio per un problema muscolare alla gamba sinistra, al suo posto entra Schweinsteiger. Al 19’ lancio lungo col contagiri di Hummels che va a cercare direttamente Mario Gomez. L’ex centravanti della Fiorentina, però, riesce soltanto ad agganciare. Al 21’ intervento duro di Kimmich su De Sciglio che gli aveva portato via la palla, ma l’arbitro lascia correre. Eder, intanto, colpito al volto da Boateng, è costretto alle cure mediche fuori dal campo. Al 24’, ANNULLATO IL GOL di Schweinsteiger che batte Buffon di testa dopo essersi liberato per il tiro con un netto fallo su De Sciglio. Al 28’ intervento provvidenziale di Parolo, che insegue Muller ed entra in scivolata al momento giusto, sradicandogli la palla e favorendo la ripartenza azzurra. Al 30’ arriva un’occasione ghiotta per l’Italia: De Sciglio è lanciato sulla sinistra ma il suo cross per Eder in area viene intercettato da Boateng. C’è Giaccherini libero nell’area di rigore tedesca ma viene servito troppo tardi. Al 37’ Neuer in uscita su un retropassaggio si prende un grande rischio con Eder: l’attaccante azzurro stava per prendergli il pallone ed il portierone è costretto a spazzare in fallo laterale. Al 41’ Kimmich riesce ad imbeccare Gomez con un cross dalla destra. Il tedesco anticipa Bonucci di testa ma non riesce ad inquadrare lo specchio. Un minuto dopo, ancora tedeschi pericolosi con due conclusioni rimpallate in area prima del tiro debole di Muller che Buffon riesce a neutralizzare. Al 43’ arriva la prima vera monumentale occasione per l’Italia: clamoroso salvataggio di Boateng che devia in angolo il tiro di Sturaro destinato in porta con Neuer battuto!! Il primo tempo del match si chiude al 46’ con il risultato di 0-0. Gli Azzurri, un po’ impauriti nella prima fase, si svegliano negli ultimi minuti e creano problemi alla Germania.

SECONDO TEMPO:

Al 47′ ottima discesa di De Sciglio sulla sinistra, che mette al centro per Eder in area ma l’interista non controlla bene ed il passaggio per Giaccherini è così così. Subito dopo, imbucata di Kimmich per Schweinsteiger che non controlla, palla a Buffon. Cresce la Germania, guadagnando campo ed al 53’ il rischio per l’Italia è enorme: strepitoso salvataggio di Florenzi di tacco sul tiro di Muller, ma l’azione era stata innescata proprio da un errore di impostazione dell’esterno giallorosso. Al 55′ ammonito Sturaro per proteste, dopo un fallo fischiato contro di lui su Ozil. Al 56′ ammonito anche De Sciglio (diffidato, salterà l’eventuale prossimo match). Al 58′ cartellino giallo pure per Parolo, a causa di un intervento pericoloso su Gomez. Al 62’ stop di petto e sponda di Eder: Parolo prova la conclusione ma colpisce male e la palla va direttamente sul fondo. Al 65’ si sblocca il risultato, la Germania passa in vantaggio: Chiellini devia nell’area di rigore un cross di Hector e Ozil, da buon rapace di aree di rigore, non perdona. Il gol, tuttavia, è viziato da un presunto fuorigioco di Gomez a inizio azione. Ad ogni modo, E’ 1-0 PER I TEDESCHI. Al 68′ incredibile parata di Buffon su un colpo di tacco di Gomez destinato in rete, azzurri in grande difficoltà. Conte se ne è accorto ed inizia a preparare i primi cambi. Al 72’, intanto, sostituzione per la Germania: esce Gomez, entra Draxler. Al 73′ occasionissima Italia con Pellè che prova ad incrociare di sinistro il cross rasoterra di De Sciglio dalla sinistra.

AL 76′ RIGORE PER L’ITALIA!!!!! BOATENG DI MANO SU COLPO DI TESTA DI CHIELLINI! BONUCCI DAL DISCHETTO NON SBAGLIA E FA 1-1. All’80’ nuova occasione per gli azzurri: Contropiede fulminante condotto da Florenzi: Eder non tira ma serve Pellè che in corsa colpisce male ed il suo tiro finisce oltre la linea di fondo. All’82′ Florenzi cerca nuovamente Pellè in zona di attacco. Il centravanti azzurro prova a proteggere il pallone ma non riesce a pungere. All’86’ cambio per l’Italia: esce Florenzi, entra Darmian. All’88 De Sciglio dà l’illusione ottica del gol: il milanista tira una sassata da lontano, palla fuori di pochissimo ed è brivido per la Germania. All’89’ 89′ fallo di Hummels su Eder. Cartellino giallo per il tedesco. Sono 3 i minuti di recupero. La partita finisce con il risultato di 1-1.

PRIMO TEMPO SUPPLEMENTARE:

Al 91’ cartellino giallo per Pellè, che interviene da dietro su Boateng. Era diffidato, salterà anche lui l’eventuale semifinale. Al 94′ Giaccherini tenta il cross per Eder, il quale però non riesce ad impattare. Non ci sono grandi occasioni per passare in vantaggio, né da una parte né dall’altra. Al 100′ ci prova Boateng senza troppe pretese dalla lunga distanza, palla sul fondo. Al 102’ giallo per Giaccherini per aver preso la palla con le mani dopo aver subìto fallo. Il primo tempo supplementare finisce 1-1.

SECONDO TEMPO SUPPLEMENTARE:

L’Italia è ormai sulle gambe, Al 107’ è sfortunato Draxler, che sottoporta in girata non riesce ad inquadrare la porta. Un minuto dopo, Insigne rileva un Eder stanchissimo, alle prese con un problema all’inguine. Al 108’ prova subito il tiro Insigne, respinto e parte il contropiede tedesco. Al 109′ bel guizzo offensivo da parte di Draxler, l’ex Shalke sbaglia l’ultima passaggio e l’Italia rifiata. Al 111’ Schweinsteiger si prende il giallo per una smanacciata su Sturaro. Al 113’ grande giocata di Insigne che trova il tiro: parata di Neuer. Al 115’ Fallo di Chiellini su Muller, gambe che si incrociano nella corsa. E’ punizione per la Germania, l’arbitro la fa addirittura ribattere perché Boateng viene spinto atterra in area. Al 119’ Insigne dribbla tutta la difesa tedesca e prova ad andarsene rapidamente in porta ma si allunga troppo il pallone che finisce tra le braccia di Neuer. Esce Chiellini per scelta tecnica: Conte getta nella mischia un rigorista in più, facendo entrare Zaza. Finisce il secondo tempo supplementare sull’1-1. Si va ai calci di rigore.

Sequenza CALCI DI RIGORE: (6-5)

Batte Insigne e spiazza Neueur.

Kroos non fallisce, Buffon battuto.

Zaza spara alto, l’Italia è sotto

Muller si fa parare da Buffon

Barzagli tira una sassata, non può nulla Neueur

Ozil prende il palo!!!

Pellè tira troppo angolato, il pallone si perde sul fondo

Draxler, realizzato

Bonucci si fa parare da Neueur

Schweinsteiger tira alto, la palla è fuori

Giaccherini non sbaglia

Hummels segna, Buffon l’aveva toccata con la mano destra

Parolo, realizzato

Kimmich, classe 95, non sbaglia dal dischetto

De Sciglio prende la traversa interna e poi la rete, è gol

Boateng non sbaglia

Darmian si fa parare, è l’errore decisivo

Fine di un sogno e di un tabu’: in 120 minuti più rigori si chiudono l’inattesa rincorsa europea dell’Italia di Conte e mezzo secolo di sudditanza psicologica calcistica dei tedeschi nei confronti degli azzurri.

Italia ko dopo 18 calci di rigore, la Germania passa in semifinale con il risultato di 7-6 (1-1 dopo i tempi regolamentari ed i supplementari)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...