Tre Bicchieri 2016 :uno per il gusto, uno per il successo ed uno per l’Italia.

Il Gambero Rosso premia a Vancouver presso l’hotel Coast Coal Harbour “the best of the best” del Vino Italiano
Venerdì 10 Giugno si è tenuto il “Master class Vini dì’Italia 2016, Special Award”, organizzato dall’accreditata guida Italiana “Gambero Rosso”. Sedici le regioni presenti, con in testa la Toscana e cinquantasette le cantine premiate durante un’importante cerimonia con il prestigioso riconoscimento “Tre Bicchieri 2016”, istituito per l’appunto dal “Gambero Rosso”. Il suo significato, riassunto nella descrizione “eccellente vino nella rispettiva categoria”, rappresenta un premio molto ambito per i viticoltori che attendono una risposta dagli operatori di settore. L’iniziativa, sostenuta dalla Camera di Commercio Italiana e con il patrocinio del Consolato Generale d’Italia nella figura del Console Massimiliano Iacchini, è stato organizzato in collaborazione con Vancouver International Wine Festival (VanWineFest.ca), BC Liquorstores e Giorgio Gori Logistic Partner. L’evento ha goduto di un meritato successo, con un pubblico preparato e attento che ha partecipato con entusiasmo ed interesse.
Il Marco Polo ha intervistato Eleonora Guerini, Editor del Gambero Rosso, che ha risposto alle nostre domande.

MP Il 70 % del vino Italiano vola all’estero e solo il 30% viene consumato in Italia… cosa è cambiato nel mercato?
Eleonora Guerini Il vino italiano è cresciuto molto in qualità negli ultimi trent’anni. Contemporaneamente è cresciuto il livello medio culturale e il vino è passato da bevanda ad elemento edonistico. Insomma si beve per il piacere di farlo, apprezzandone la qualità e sapendo valutarne il valore. Questo ha portato da un lato ad una contrazione della domanda, ma dall’atro, grazie alla maggiore qualità generale raggiunta dalle cantine Italiane, ha reso i nostri prodotti molto appetibili per i mercati esteri.

MP Perchē il vino fa cultura?
Eleonora Guerini Il vino fa cultura perché è opera dell’uomo, non certo della natura, che produrrebbe uva e niente più. Quindi è il frutto di un pensiero, di una volontà, di un’interpretazione. Il vino è frutto di scelte precise che tendenzialmente rispecchiano storia e tradizione. Per questo fa parte del patrimonio culturale dei paesi che lo storicamente lo producono.

MP il Gambero rosso è un’istituzione che garantisce qualità: come ha risposto il Canada e come la città di Vancouver all”l’invasione” del vino made in Italy?
Eleonora Guerini Il Canada è tra i paesi più interessanti per la produzione italiana. E’ un paese di cultura occidentale e il vino ne fa parte. E’ un paese evoluto, colto, preparato, curioso che non manca di confermare il proprio interesse, anno dopo anno. Vancouver soprattutto rappresenta per noi un angolo di grande soddisfazione, il pubblico che partecipa ai nostri eventi è sempre di alto livello, segno che la città è ricettiva e attenta. Probabilmente anche per una grande preparazione di chi, al monopolio, si occupa di importazione, facendo arrivare sul mercato un’ottima selezione del Made in Italy.
Cinzia Candela

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...