Giugno, mese italiano: Books and Biscotti ritorna al Centro

L’ otto giugno scorso al Centro, cinque scrittori italo-canadesi della British Columbia hanno partecipato alla quarta edizione di Books and Biscotti, la serie letteraria organizzata dalla Associazione Scrittori/Scrittrici Italo-Canadesi presentata contemporaneamente in tutte le maggiori città del Canada durante il mese di giugno, che viene dedicato alla celebrazione del retaggio italiano. In apertura di serata, il Dr. Gianluca Biscardi, responsabile dell’ Ufficio Culturale del Consolato Generale d’ Italia, ha pronunciato un breve discorso di benvenuto. Diego Bastianutti, autore di quattro raccolte poetiche e vincitore del Premio Internazionale “Scriture di Frontiera” nel 2008, uomo dai molteplici interessi e talenti, ha letto brani dalla sua opera più recente che esplora la tragica realtİà del Downtown Eastside di Vancouver. Le sue poesies u questo tema, insieme al reportage fotografico di Jon Guido Bertelli, saranno oggetto di una mostra al centro in autunno. Anche i brani letti da Vittorino Dal Cengio hanno riportato il pubblico ad una tragedia immane che seppure ormai lontana nel tempo continua a pesare ancora sulle vite di milioni. Il suo romanzo-verità, On The Devil’s Tail: In Combat with the Waffen SS in 1945 and with The French in Indocina 1951-54, raccoglie infatti la singolare esperienza di vita di Paul Martelli, arruolatosi a 14 anni nelle temutissime SS di Hitler e in seguito combattente per l’ esercito francese in Indocina nella vana difesa del loro impero coloniale. Al termine del conflitto in Indocina, Martelli si arruolò nella Legione Straniera, dato che combattere era l’ unica cosa che sapesse veramente fare. Dal Cengio, che oltre ad essere laureato a Simon Fraser University in Francese, Storia e Scienze Politiche, è un Alpino, ha quindi la competenza di faccende militari necessaria per questo delicato lavoro di riecerca e ricostruzione storica. Joseph Ranallo, membro della Hall of Fame del Centro, poeta, romanziere e saggista, dopo una brillante carrier accademica si dedica da anni a curare I suoi pazienti come agopunturista. Joe, nato a Vinchiaturo in Molise, ha presentato una interessante, documentata e vivace ricerca su vicende e leggende del territorio di Campobasso nel periodo verso la metà del secolo scorso.

La seconda parte dell’ incontro letterario à stata dedicata alla presentazione della nuova antologia dal titolo: Exploring Voices: Italian Canadian Female Writers, a cura di Delia De Santis e Venera Fazio, edizione speciale di Italian Canadiana, pubblicata nel marzo 2016 da University of Toronto Press. Più di trenta scrittrici italo canadesi hanno contribuito con le loro opere. Due le autrici della British Columbia: l’ ospite d’ onore Genni Gunn e la vostra fedele cronista del Marcopolo, Anna Ciampolini. Genni è una autorità in campo letterario. Autrice di tredici romanzi, poetessa, traduttrice, librettista e finalista di premi prestigiosi come il Giller Prize e il John Glassco Prize, è anche musicista e cantante. Viaggiatrice instancabile, è una donna indomita, che incanta, anzi seduce il pubblico. Leggere dopo una sua performance non è impresa facile per nessuno, ma come factotum e presentatrice della serata, mi ero assegnata l’ ultimo turno di letture: due brani tratti da due dei miei tre racconti pubblicati nella antologia.
Il Centro Italiano ha come sempre offerto la sala e i “biscotti” promessi dal titolo della serie letteraria. Del resto, l’ Asssociazione Scrittori fu fondata proprio al Centro, durante la prima Conferenza Nazionale degli Scrittori Italo Canadesi nel lontano 1986. Da allora, abbiamo sempre potuto contare il Centro come un fedele alleato nell’ opera di diffusione e consapevolezza della letteratura italo-canadese che la nostra Associazione svolge organizzando conferenze e avvenimenti in Canada in Italia, negli Stati Uniti e intrattenendo contatti con tutte le istituzioni accademiche che nel mondo si occupano di storia e cultura italiana e di letteratura di immigrazione. La nostra Associazione ha inoltre mantenuto negli anni una proficua collaborazione con l’ Istituto Italiano di Cultura, che rappresentava, fino alla sua chiusura, il nostro legame con le istituzioni governative italiane. Siamo quindi grati al Dr. Biscardi, che ora è a capo del nuovo Ufficio Culturale, per l’ interesse che dimostra verso i nostri eventi e per la sua molto apprezzata partecipazione. È la conferma di quanto sia importante per noi scrittori italo-canadesi restare attivamente collegati con chi rappresenta la nostra terra di origine e il nostro retaggio culturale.

Anna Ciampolini Foschi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...