Trudeau al G7 contro il fronte pro austerity

CANADA – Scardinare il fronte pro austerity e rilanciare gli sforzi negli investimenti per l’economia mondiale. È con questi obiettivi che Justin Trudeau si appresta a partecipare al vertice G7 in Giappone – il primo dopo la sua vittoria dello scorso anno – in programma a Ise-Shima il 26 e il 27 maggio. Negli equilibri del G7, dopo la caduta dell’ex primo ministro Stephen Harper, a sostenere l’austerity è rimasto solamente il blocco formato dalla cancelliera tedesca Angela Merkel e dal primo ministro inglese David Cameron. Dall’altra parte, al presidente americano Barack Obama e al presidente francese Francois Hollande, negli ultimi anni si sono aggiunti il premier italiano Matteo Renzi e il nuovo primo ministro canadese, con il giapponese Shinzo Abe a promuovere una politica di equidistanza. Tanti i temi in agenda. In primo luogo si parlerà della situazione economica mondiale, con in primo piano la costante ripresa della crescita americana controbilanciata dal rallentamento cinese e dalle continue difficoltà dell’Eurozona.

Poi della crisi dei migranti, un tema che rimane di grande attualità soprattutto nel Vecchio Continente. Terzo, la sfida lanciata dal terrorismo mondiale, partendo dai nuovi allarmi attentati a firma Isis e dalla volatile situazione in Siria e in Iraq all’ombra del cosiddetto Califfato. I leader del 7 Grandi, infine, dovranno affrontare la questione relativa all’ambiente, con il vaglio di conseguenze e implicazioni derivanti dalla firma del trattato di Parigi sul clima.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s