11 settembre 2001 – per non dimenticare … mai

di Vicky Paci

L’11 settembre 2001 il mondo si e’ fermato: eravamo tutti con il fiato sospeso, attoniti davanti al televisore ad ascoltare le notizie che arrivavano dagli Stati Uniti dove alle ore 8.45 (ora locale) iniziarono una serie di attacchi suicida che hanno colpito e mirato al cuore della città di New York. In Italia erano le ore 14.45 quando il primo aereo si e’ schiantato contro una delle due Torri Gemelle del World Trade Center, a seguire poco dopo il secondo contro l’altra torre. I terroristi di Al Qaida presero il comando di quattro aerei di linea con l’obiettivo di compiere quattro attentati: dopo i due velivoli che sono stati mandati ad abbattersi contro le Torri Gemelle causandone poi in diretta televisiva il successivo crollo, ancora uno sul Pentagono mentre l’ultimo che sarebbe dovuto precipitare sulla Casa Bianca o sul Congresso, fini’ la sua corsa mortale in Pennsylvania, grazie all’eroica rivolta dei passeggeri. In tutto sono state quasi tremila le vittime e oltre seimila persone sono rimaste ferite. Questi sommariamente i fatti che tutti conosciamo: abbiamo ancora negli occhi le immagini di chi non avendo via di scampo ha preferito buttarsi dai grattacieli, nella memoria le registrazioni delle telefonate con le voci di chi era a bordo degli aerei o all’interno delle Torri e loro, i vigili del fuoco, i poliziotti, i soccorritori, i sanitari, i parenti delle vittime straziati dal dolore ed i comuni cittadini molti dei quali morti successivamente a causa dell’esposizione alle sostanze tossiche delle macerie e ai danni riportati nei soccorsi. Ora Ground Zero (cosi’ ribattezzato il luogo dopo la strage) è stato ricostruito ma il mondo e gli USA non dimenticheranno mai e tutti gli anni l’11 settembre si fermano in ricordo delle vittime: una data che lo scandire del tempo non sbiadira’ perche’ anche se sono passati 19 anni quell’evento muto’ le sorti del mondo e le immagini restano indelebili in noi scolpite come fosse ieri. Infatti dopo l’11 settembre tutto e’ cambiato insinuando in molti la paura e l’insicurezza per un avvenimento che ha segnato uno dei giorni più tristi della storia in cui ognuno ha capito di essere vulnerabile ma che non bisogna dimenticare, raccontarlo ai bambini di oggi perche’ da quella tragedia nasca qualcosa di buono e le vittime non siano perite invano: la radice del nostro senso di appartenenza, la fierezza della nostra storia, della nostra cultura e l’amore per la Patria ma soprattutto per l’Occidente, cittadini del mondo libero con tutta l’intenzione di restarlo aborrendo l’odio che genera violenza e distrugge tutto.

Share on facebook
Facebook
Share on google
Google+
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on pinterest
Pinterest
Subscribe
Notify of
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments
Greater Vancouver Community Credit UnionGreater Vancouver Community Credit UnionGreater Vancouver Community Credit Union
ADVERTISEMENT
AnnieAnnieAnnie
ADVERTISEMENT
SfinakiSfinakiSfinaki
ADVERTISEMENT
ADVERTISEMENT

Latest News

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
Scroll to Top